Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il presidente Agcom: «Privilegiate il telefono fisso, le reti mobili sovraccariche»

Il presidente Agcom: «Privilegiate il telefono fisso, le reti mobili sovraccariche»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Marzo 2020, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 15:09

Privilegiare, se si può, il telefono fisso. Lo raccomanda il presidente di Agcom Angelo Marcello Cardani. Il traffico telefonico è aumentato per l'epidemia di coronavirus e le reti mobili sono sotto pressione.

Coronavirus, le 80 attività che restano aperte: l'elenco da Alimentari ed Edicole a Vigilanza e le modalità

Meglio usare il telefono fisso, dice Cardani, «in modo da alleggerire la pressione sulla rete mobile». Inoltre, esorta gli operatori di tlc perchè continuino a fare la loro parte e considerino le esigenze degli utenti in questo momento particolare. Sono i messaggi principali dell'intervista a Cardani che apre il report DigitEconomy.24, realizzato da Radiocor e Luiss Business School, e pubblicata sul sito del Sole 24 Ore. Dal monitoraggio effettuato da alcuni operatori, precisa Cardani, «risulta che se da un lato la rete dati, seppur molto sollecitata, sostiene adeguatamente il consistente aumento dei volumi, qualche problema dovuto ad un anomalo incremento del traffico è invece stato riscontrato sulle linee voce mobili».

Coronavirus, come usare in modo corretto il bancomat? Risponde lo specialista d'igiene

Facendo un quadro complessivo della situazione, il presidente dell'Autorità ricorda poi l'importanza fondamentale di una rete performante per il Paese e sottolinea come «tutti gli operatori che svolgono servizi essenziali debbano impegnarsi affinchè i cittadini non vengano abbandonati, specialmente se soli, dentro le proprie case».

© RIPRODUZIONE RISERVATA