Agrigento, spese pazze in università: il prof del Russiagate Joseph Mifsud indagato per peculato

Lunedì 9 Dicembre 2019
Joseph Mifsud è stato indagato per peculato. Il professore, elemento chiave della controinchiesta voluta da Donald Trump sul Russiagate, di cui si sono perse le tracce dalla fine di ottobre del 2017, è stato iscritto sul registro degli indagati dalla Procura di Agrigento. Mifsud dal 2009 al 2012 aveva guidato il consorzio universitario di Agrigento. E proprio in quegli anni avrebbe fatto molti viaggi che sono finiti nel mirino degli inquirenti: Stati Uniti, Russia, Libia, Libano, Malta, Inghilterra, Bulgaria.

L'inchiesta sulle "spese pazze" del professore, che ammonterebbero a circa 100mila euro, è stata aperta dal procuratore aggiunto Salvatore Vella e dalla pm Chiara Bisso dopo la denuncia presentata dal Presidente facente funzione del Consorzio, Giovanni Di Maida. Nelle trasferte, Mifsud sarebbe stato spesso accompagnato «da sconosciute giovani donne dell’Est», dice la denuncia, che riguarderebbe anche la telefonia. Sarebbero almeno cinque i Blackberry comprati dal docente e poi spariti nel nulla, mentre le bollette telefoniche avrebbero raggiunto anche i quattromila euro al mese. Le telefonate sarebbero state fatte prevalentemente verso la Russia ealtri Paesi dell’Est.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma