Maturità 2019, il toto-esame: su cosa scommettono gli studenti. Ed è effetto Greta Thunberg

Venerdì 24 Maggio 2019 di Veronica Cursi

«Greta Thunberg, me lo sento, ce la ritroviamo sicuramente tra i temi di attualità». «E perché qualcosa sul razzismo?». «Scommetto D’Annunzio e Pirandello per la prosa, Ungaretti per la poesia». Manca meno di un mese all’esame di maturità e nelle chat degli studenti, come ogni anno, impazza il toto esame. Quali saranno le tracce scelte il 19 giugno? Gli indovini dell’ultim’ora non si danno pace e snocciolano le teorie più disparate: «Per me sicuro la caduta del Muro di Berlino, è avvenuta esattamente 30 anni fa». «E perché l’invenzione di Internet? Anche quella compie 30 anni». «Ricordate che sono anche 80 anni dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale e 50 dallo sbarco sulla luna».

Ecco la nuova maturità: domande in “busta” come a Rischiatutto

Oddio che confusione! Ci si pensa e ripensa, sperando di azzeccarci. «Ricordatevi che quest’anno gli autori dell’analisi del testo raddoppieranno. Magari ci sarà Primo Levi e se fosse Italo Svevo?». «Io ve lo dico tra i poeti secondo me alla fine ci sarà Leopardi». Tra ricerche frenetiche e palle di vetro, solo su un nome – almeno stando a un sondaggio di Skuola.net su 3mila studenti – i maturandi sembrano essere tutti d’accordo: «I 500 anni dalla morte di da Vinci». Leonardo sbaraglia tutti. E chissà che non abbiano ragione.

Ultimo aggiornamento: 08:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma