Toninelli: «Decreto per Genova venerdì, nuovo viadotto a Fincantieri»

Toninelli: «Decreto per Genova venerdì, nuovo viadotto a Fincantieri»
Si marcia a passi spediti per la cicostruzione del ponte di Genova che ha tagliato di fatto in due la città e costretto chi viaggia verso il confine francese a sopportare incredibili disagi. Arriverà in cdm venerdì il cosiddetto decretone. Lo ha annunciato il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli in audizione alla commissione Ambiente della Camera.

LEGGI ANCHE ----> Le dimissioni di Santoro

 


Toninelli ha precisato che si tratta di un decreto «molto importante» che conterrà «un aiuto alle famiglie in tema di mutui e un aiuto alle imprese con agevolazioni fiscali». Nel decreto non ci sarà solo la parte su Genova, ma anche interventi sulla manutenzione e una parte relativa ai sensori, ha spiegato il Ministro.

Ricostruzione a Fincantieri. «In questi minuti è in corso un incontro a Bruxelles per verificare se si possa derogare al Codice degli Appalti perché si possa fare l'assegnazione immediata senza gara ad un soggetto pubblico come Fincantieri la ricostruzione del ponte» Morandi di Genova. Lo ha annunciato il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli in audizione alla Camera.
Martedì 11 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-09-11 11:53:57
in commissione per stabilire le cause del crollo c'era anche un professionista poi indagato che si è dimesso. Se questa è l'italia delle menti pensanti poveri noi. d'altronde crollo dei ponti, allagamenti, straripamenti, messa in sicurezza delle scuole, san giuliano, la dicono lunga sulle capacità di questi consulenti super pagati.
2018-09-11 12:45:19
Fincantieri se deve costruire navi da guerra o transatlantici non ha nessun problema m per il ponte, se sarà affidato, ci saranno una selva di subappaltatori e sub-sub appaltatori che varranno strozzati perchè ad ogni passaggio il prezzo diminuisce se va bene del 20% e Cantone avrà il suo bel da fare per sbrogliare la matassa a meno che non decidano di dargli il benservito in modo che abbiano le mani libere. Il gioco è questo: uno prende la commessa in toto e poi subappalta quasi tutto frazionando le carpenterie in nome della rapidità, si subappalta la parte in cemento e la parte elettrica ed elettronica. Questo è quello che avverrà mentre la legge permette di subappaltare solo le parti accessorie non il soggetto dell'appalto. Le cose si complicano ulteriormente se verrà fatta una associazione temporanea d'impresa in cui ogni socio farà ulteriori subappalti che non dovrebbero essere fatti. Penso proprio che Cantone verrà estromesso altrimenti saranno guai
2018-09-11 13:40:12
Cose da pazzi... Decidono loro chi ricostruira'il ponte in barba a qualunque Legge Italiana o Regolamento Europeo. Interessante l'oscillazione azionaria di Atlantia e quella di Fincantieri. Vi ricordo che nessuno ha ascoltato la richiesta di approvazione dei lavori di manutenzione extra che il ponte necessitava. Quando una ditta ha la manutenzione di un 'opera pubblica per lavori non concordati deve sempre richiedere le dovute autorizzazioni. A me l'affare sembra molto piu'grosso e losco, specialmente questa fretta nel condannare Autostrade senza che la Magistratura si sia ancora espressa. Autostrade ha detto di aver eseguito tutta la manutenzione a regola d'arte.. Bene questo vuol dire che in caso di condanna , questúltima sara'ancora piu'pesante perche'dalla Colpa si andra' alla Colpa Grave nonche' Dolo. Il ponte Morandi é un esempio di come manchi o sia assente un Ente che deve controllare le Opere Pubbliche e Redigere gli Interventi di Manutenzione. Io aspetto la Giustizia poi mi faro'unídea ben precisa
2018-09-11 14:32:30
Ottimo, così si farà presto, Fincantieri è una grande azienda di stato.
2018-09-11 12:42:35
Ottimo. Fatevi anticipare i soldi da autostrade che quelli sono dei grandissimi mascalzoni.
8
  • 15
QUICKMAP