Ferentino, via libera al bilancio dopo le divergenze: vicepresidenza del Consiglio a FdI

Ferentino, via libera al bilancio dopo le divergenze: vicepresidenza del Consiglio a FdI
di Emiliano Papillo
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Maggio 2022, 12:44

Il Consiglio comunale di Ferentino ha dato il via libera al bilancio consuntivo 2021. La notizia del giorno è il voto favorevole di tre consiglieri comunali di Ferentino nel Cuore, il gruppo dell’ex vicesindaco Luigi Vittori che pur facendo parte della maggioranza aveva preso le distanze soprattutto sul nome del candidato sindaco del 2023.
Hanno espresso voto positivo Alessandro Rea, Piergianni Fiorletta e Giovanni Dell’Orco. Non era presente Angelo Picchi. Fosse il segnale di un riavvicinamento tra le parti? Al momento nessuno si sbilancia.

Solo sabato sera si era consumata la frattura tra Ferentino nel Cuore e l’ala più vicina al sindaco Antonio Pompeo sull’elezione del nuovo segretario cittadino del Pd e del direttivo. La componente di Ferentino nel Cuore, iscritta al Pd, non ha partecipato alla votazione permettendo l’esistenza di una sola lista in campo, quella di Antonio Pompeo. Ha stravinto eleggendo 29 membri del direttivo. Un direttivo monocolore Pompeo.
Si pensava che ieri in Consiglio potesse esserci una presa di distanza di Ferentino nel Cuore dal resto della maggioranza. Invece no. Hanno votato con il gruppo Pompeo.

Nel Consiglio di ieri c’è stato anche l’esordio in assise di Annapaola Celardi. E’ subentrata al dimissionario Giuseppe Iorio, andando a rafforzare la lista Pompeo Sindaco che già contava sul presidente dell’assise Claudio Pizzotti. C’è stato poi il voto per l’elezione del vicepresidente del Consiglio comunale. La prassi voleva che spettasse all’opposizione. Così è stato. A sorpresa è stato eletto Franco Collalti di FdI. Fino a qualche giorno fa si pensava a Maurizio Berretta della Lega. Poi la convergenza sul nome di Collalti. Prende il posto di Giuseppe Virgili che si è dovuto dimettere in quanto nominato assessore.

LE POLEMICHE
Le uniche scaramucce tra maggioranza ed opposizione si sono registrate sul Sin, in quanto Luca Zaccari della Lega ha invitato la Giunta ad adoperarsi per una revisione in quanto molte aziende potrebbero essere penalizzate. Poi attacchi dell’opposizione e di una parte della maggioranza si sono registrati sul lago di Canterno e sulla posizione di un membro del Cda del Parco che si occupa della gestione dell’area. Il sindaco Antonio Pompeo ha rivendicato i fondi arrivati per quanto riguarda la rigenerazione urbana, la nuova scuola superiore all’ex Paolini e l’Auditorium nell’area dell’Itis Don Morosini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA