"Anime violate", ad Arce convegno e spettacolo per conoscere e combattere la violenza contro le donne

"Anime violate", ad Arce convegno e spettacolo per conoscere e combattere la violenza contro le donne
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Novembre 2021, 17:21 - Ultimo aggiornamento: 25 Novembre, 00:14

Un convegno e uno spettacolo teatrale per conoscere e combattere le violenze di genere. “Anime violate” è il titolo dell'iniziativa in programma oggi, giovedì, ad Arce, promossa dall'amministrazione comunale tramite gli assessorati alla Cultura e alla Pubblica istruzione. L'appuntamento, organizzato in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, si terrà alle 16 nella palestra dell'Istituto comprensivo "Giovanni Paolo II".

In apertura è in programma il convegno “Violenza di genere: conoscere e affrontare”, cui parteciperanno le relatrici del centro antiviolenza "Fammi Rinascere" Roberta Cassetti, psicologa psicoterapeuta, e Michaela Sevi, assistente sociale e responsabile del centro.

"Fammi Rinascere" nasce da un progetto finanziato dall’Osservatorio nazionale per il volontariato del ministero del Lavoro, della Salute e Politiche sociali. Fornisce informazioni e supporto alle donne che vogliono superare qualsiasi tipo di violenza di genere (psicologica, fisica, economica, domestica, intra ed extrafamiliare) – si legge in una nota del Comune - ed è collegato con il numero antiviolenza e stalking 1522. L'associazione ha sottoscritto anche diversi protocolli tra cui quello con la Procura di Frosinone per l'apertura di uno sportello d'ascolto presso il Tribunale di Frosinone e la realizzazione di una rete provinciale antiviolenza”.

È prevista anche la partecipazione di Consuelo Mollicone, sorella di Serena, la 18enne di Arce uccisa nel 2001.

Alle 17, invece, è previsto lo spettacolo “Il cuore delle donne (Storie d’amore e di coraggio)" a cura della Compagnia “Colibrì”. Giancarlo Alonzi (chitarra), Francesca Bellino (voce), Roberto Gabriele (fisarmonica), Nettuno (violoncello) Giulia Germani (voce recitante) si esibiranno in una performance teatrale in cui musica e poesia si fondono “per ricordare che la violenza, fisica e psicologica, è solo degrado umano”.

A seguire ci sarà la lettura del racconto "Le bambole di Serena" di Gaia Fraioli.

L'appuntamento sarà introdotto dai saluti del sindaco Luigi Germani e degli assessori Alessandro Proia ed Elisa Santopadre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA