Frosinone, allarme furti nelle case: arrivano le ronde dei cittadini di notte

Un ladro in azione in una villetta di Sora
di Roberta Pugliesi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Dicembre 2021, 12:03

L’allarme furti corre via social e fioriscono gruppi dedicati e whatsapp. I cellulari, negli ultimi giorni, sono diventati roventi. Purtroppo, la morsa di tentati furti e messi a segno che sta attanagliando il territorio del sorano nelle ultime settimane non sembra allentarsi e l’esasperazione ha raggiunto i massimi livelli. Così in diversi quartieri della città di Sora, ad esempio, ma anche nei piccoli comuni limitrofi ci si organizza in ronde per controllare le proprie abitazioni e quelle dei vicini. C’è chi imbraccia una mazza chi altro, senza timore. Estenuanti i turni che durano anche per tutta la notte con l’unico obiettivo di evitare che i malviventi entrino nelle case.

Raid nelle ville da Viterbo a Roma, 3 arresti: il "covo" della banda in un camping

Le ronde

E se da una parte i gruppi social e WhatsApp hanno sortito come effetto quello di un maggior senso di sicurezza, dall’altra le strade sono molto più presidiate rispetto a prima.  Le pattuglie delle forze dell’ordine ricevono infatti continue segnalazioni a cui diventa necessario far seguire verifiche ed accertamenti. Ma talvolta qualcuno diventa forse troppo intransigente e può capitare, come avvenuto alcuni giorni fa in una zona periferica della città, che una pattuglia abbia controllato una vettura segnalata da alcuni cittadini come sospetta. Era posteggiata in una zona buia e desolata in mezzo alla vegetazione. Solo che all’interno non vi erano nel ladri ne ‘ malintenzionati ma un ragazzo ed una ragazza intenti in altre attività. La popolazione è ormai insofferente ed intollerante e gli animi si sono esacerbati soprattutto dopo il noto caso di cronaca nera venuto a Santopadre a fine ottobre quando ucciso da una fucilata fu un ladro albanese che si era introdotto nella villa di un tabaccaio con il quale la gente si è largamente ed apertamente schierata. Contemporaneamente all’aumentare dei controlli da parte di carabinieri e polizia sono state chieste anche alle autorità locali azioni di rinforzo per contrastare un fenomeno odioso che mina la tranquillità delle famiglie. Si è rivolto, quindi, uno sguardo attento anche alle amministrazioni locali chiedendo il potenziamento della pubblica illuminazione e l’istallazione di sistemi di videosorveglianza che possano fungere da deterrente per scoraggiare l’agire dei malviventi.

Dal Comune di Sora, il sindaco Luca di Stefano ha fatto sapere che nei prossimi giorni verrà istituito un tavolo tecnico con la prefettura di Frosinone per parlare di sicurezza pubblica. Curioso l’episodio infine avvenuto nelle ultime ore ad Arpino dove dalla contrada nota come Vallone raccontano una storia legata ad un allarme furto scattato alla vista di auto e persone sospette aggirarsi su quattro ruote e nella vasta contrada a ridosso dell’ex statale. Allarme che ha subito proiettato nella zona i carabinieri per accertamenti.Il tam tam social, oltre alle generiche segnalazioni tese ad avvertire i residenti a prestare attenzione, ha battuto la circostanza secondo la quale uno dei presunti ladri avrebbe perso una scarpa (e pure il calzino) durante un’escursione notturna nei campi fangosi limitrofi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA