CORONAVIRUS

Frosinone: crescono gli accessi al pronto soccorso dei malati Covid

Venerdì 26 Febbraio 2021 di Matteo Ferazzoli
Il centro tamponi in via Fanelli

In aumento i casi Covid in tutta la Provincia e crescono conseguentemente anche gli accessi al Pronto soccorso di Frosinone di pazienti affetti da coronarivirs. Intanto, uno studio analizza, su base provinciale, la probabilità di rischio che, in un gruppo di persone, ci sia almeno un individuo positivo al SARS-CoV-2.

Il Pronto Soccorso

Con il considerevole aumento degli ultimi giorni di persone positive al Covid in tutta la Ciociaria, sono in crescita anche gli accessi di persone contagiate dal coronavirus nel pronto soccorso dell’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone. Negli ultimi giorni, infatti, si è registrato un rilevante incremento.

Si aggirano ad una quindicina i casi al giorno di persone contagiate che fanno l’ingresso nella struttura frusinate. Nelle scorse settimane, invece, gli ingressi erano inferiori ad una decina. Attualmente, quindi, sono quasi raddoppiati.

Numeri fortunatamente ancora lontani da quelli dello scorso inverno, in cui si toccarono giornate in cui gli accessi al pronto soccorso di malati Covid erano oltre 50.

Solo nel capoluogo frusinate, in aggiunta, nella giornata di ieri sono stati 27 i nuovi positivi e 5 persone negativizzate al virus. Frosinone è il secondo comune in tutta la Provincia ad aver avuto, nella giornata di ieri, il numero più alto di tamponi risultati positivi. Dietro solo a Monte San Giovanni Campano, in cui si sono registrati 42 positivi. 

L’attenzione, quindi, deve essere massima, con il rispetto capillare delle regole basilari anti-contagio Covid. Anche in famiglia, come tiene a precisare in una nota la stessa Asl frusinate, si dovrà prestare la massima attenzione, visto che si sta dimostrando uno degli ambiti più importanti di propagazione dell’epidemia. Nella fila al drive-in di Via Cesare Fanelli, invece, nella giornata di ieri non si sono riscontrati particolari problemi, legati alle lunghe file, come accaduto negli scorsi mesi.

Eventi e Covid

Grazie, invece, al progetto “Eventi e Covid”, realizzato e portato avanti dalla “Fondazione ISI”, in collaborazione con la “Georgia Tech” e la “Northeastern University”, si può monitorare, su un portale web in costante aggiornamento, la probabilità, in ogni singola provincia italiana, che, in un evento o in gruppo di persone, ce ne possa essere una affetta dal Covid.

Il sito, essendo interattivo, permette di scegliere anche la capienza del gruppo di persone, da un minimo di 10 ad un massimo di 20000. Ma non solo. Si può scegliere anche il periodo di infettività, inteso come il numero dei positivi nell'ultima settimana o negli ultimi 10 giorni. Oltre questo, si posso anche considerare due strade: che su 2 persone positive ne sia stata rintracciata almeno una o, come successo ad inizio pandemia secondo l’indagine serologia dell’Istat, che su 6 infezioni ne sia stata rilevata solo una.

Così, in Provincia di Frosinone, in un evento composto da 10 persone, prendendo in considerazione l’ultima settimana ed il caso che solo 1 infezione sia stata rintracciata su 6, la percentuale che, nel gruppo, ci sia almeno un contagiato è del 12%. In un gruppo di 25 persone è del 28%. Dato che sale al 48% in un raduno di 50 persone, al 73% su 100 persone. Del 100% in un gruppo di 500 persone.

Numeri che salgono se, invece, si prendono in considerazione i casi rilevato negli ultimi 10 giorni: probabilità del 17% in un evento con 10 persone, del 38% in un gruppo di 25 persone, del 61% in uno formato da 50 persone e dell’85% in evento con 100 persone. Il numero scende se, invece, si sceglie di visualizzare la statistica che solo 1 infezione su 2 non sia stata rintracciata.

In tutti questi casi, però, le diverse probabilità riscontrate nella Provincia frusinate sono la più alte nel Lazio. Come precisano, però, anche dalla “Fondazione Isi”, lo studio non esprime la probabilità di contrarre l'infezione, ma solo di essere ad un evento dove almeno un individuo è positivo al Covid.

Ultimo aggiornamento: 09:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA