Maltempo, cede la statua di Nettuno lungo la scogliera di Ostia

La nuova mareggiata, la quarta in dieci giorni, ha provocato sul litorale romano ancora problemi alle strutture e nuove preoccupazioni dei balneari. Sempre sotto osservazione la costa martoriata di Fregene sud, con cedimenti di alcune cabine di due stabilimenti, e con la terrazza della Nave, simbolo della località, circondata dal mare, e nella zona di Mare nostrum, a Focene, afflitta anche da allagamenti all'interno. «È una devastazione totale, sono crollate le cabine di due stabilimenti: siamo ancora in attesa di interventi strutturali per cercare di salvare qualcosa», riferisce uno dei balneari.

Ad Ostia ha ceduto, sotto la furia delle onde, la statua del Nettuno, posizionata lungo una scogliera non lontano dal pontile, lato ponente, e diventata negli ultimi mesi un simbolo da fotografare. Persiste il problema degli allagamenti in alcune strade di Focene dove residenti segnalano malfunzionamenti alle pompe di sollevamento e la non ricezione dei tombini. «Ringrazio la Polizia locale, la Protezione civile, le forze dell'ordine tutte e i volontari che si sono adoperati su tutto il territorio questa notte a causa della pioggia, del forte vento e delle mareggiate che hanno causato diversi problemi», dice il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. Sopralluoghi sono stati compiuti anche dal vice sindaco Ezio di Genesio Pagliuca: «Il maltempo che ha colpito il nostro territorio nelle ultime ore ha causato diversi problemi: la situazione è in ogni caso sotto controllo e sotto lo stretto monitoraggio di Amministrazione, Polizia Locale, Protezione Civile e di tutte le Forze dell'Ordine. Ci tengo a ringraziarli tutto uno ad uno, insieme a tutti i volontari che stanotte si sono prodigati per aiutare a tamponare i danni causati dalla pioggia e dal forte vento. Monitorato il livello delle acque del fiume Arrone, che in ogni caso al momento è ancora sotto controllo». Livello dei canali alto anche nella zona confinante di Piana del sole, nel XI municipio di Roma

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani