Roma, Castel Sant'Angelo nel degrado: parco bivacco dei clochard

di Laura Bogliolo
I cancelli di Castel Sant'Angelo a Roma restano di nuovo aperti la notte e i giardini si trasformano in camere da letto con vista su San Pietro. In uno dei fossati, accanto a una panchina trasformata in giaciglio, i senzatetto e gli sbandati del parco a due passi da via della Conciliazione, hanno potuto trasportare un divano abbandonato davanti a un cassonetto. Lo hanno fatto in estrema tranquillità, senza che nessuno li fermasse, dopotutto la notte i cancelli restano aperti e il parco è diventato nuovamente una terra di nessuno sotto gli occhi di migliaia di turisti che ogni giorno raggiungono San Pietro. Superato l'assedio degli immancabili venditori ambulanti, l'affaccio sui giardini fa venire i brividi: piccole favelas crescono, sporcizia, cartoni sudici e poi quel divano che la sera diventa il letto di sbandati.
Leggi l'articolo completo 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani