Forte terremoto nelle Filippine: crolli e paura nel paradiso dei turisti

foto
Forte scossa di terremoto stannotte nelle Filippine. Il sisma è stato di magnitudo 6,6, secondo quanto riportato martedì dal Servizio geologico degli Stati Uniti (USGS).

 
Crolli e paura in molte zone. Le strade sono state distrutte a Cataingan, la città costiera più vicina all'epicentro, secondo Rino Revalo, un amministratore provinciale di Masbate, e le prime immagini delle conseguenze del terremoto sono devastanti.

Revalo ha detto alla rete ABS-CBN che una casa a tre piani è crollata a Cataingan mentre il terreno ha tremato e ha intrappolato un agente di polizia in pensione e la sua famiglia. I soccorritori si sono affrettati a salvarli, riposrta l'Associated Press.

«Le persone dovrebbero evitare di tornare immediatamente alle strutture danneggiate», ha detto.

L'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia ha dichiarato che il terremoto di magnitudo 6,6 ha colpito circa 5 chilometri (3 miglia) da Cataingan a una profondità di circa 21 chilometri (13 miglia).

Renato Solidum, che dirige l'istituto governativo, ha detto che non c'era la minaccia di uno tsunami dal terremoto, provocato dal movimento nella faglia delle Filippine. Il terremoto è stato avvertito in diverse province della regione centrale di Visayas.



Le Filippine si trovano nel Pacifico "Ring of Fire", un arco di faglie intorno all'Oceano Pacifico dove si verificano la maggior parte dei terremoti del mondo. È anche colpito da circa 20 tifoni e tempeste ogni anno, rendendolo uno dei paesi più inclini al disastro. Un terremoto di magnitudo 7,7 ha ucciso quasi 2.000 persone nel nord delle Filippine nel 1990.

 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani