Smartitaly si riorganizza e apre anche a Roma

3 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Gennaio 2022, 17:04

Smartitaly, agenzia di comunicazione fondata 10 anni fa da Andrea Prandi, festeggia il decennale con un fatturato raddoppiato negli ultimi 2 anni, un brand rinnovato e una nuova organizzazione, strutturata in quattro business unit, si legge in una nota, per fornire ai propri clienti servizi sempre più specializzati e innovativi. Queste le quattro divisioni guidate rispettivamente da Andrea Prandi, Claudio Caramadre, Paola Gervasio e Edoardo Chiesa:

Smartitaly Strategic Communications, che fornisce servizi di consulenza strategica, content strategy, corporate and finance media relations, crisis protection, advocacy, personal branding ed employer branding, oltre ad un servizio personalizzato di change management per affiancare imprenditori e manager nelle fasi più delicate legate al cambiamento.

Smartitaly Digital Media, che si occupa della produzione di contenuti multimediali, della progettazione di piattaforme, della produzione di eventi, di Seo e social, dell’amplificazione e attraverso la piattaforma proprietaria Orione della pianificazione media e dell’influencer marketing.

Smartitaly Creative Evolution, che si occupa di branding, consumer e lifestyle pr, advertising e evolution marketing.

Smartitaly Sustinability, per supportare le aziende più coinvolte nella transizione ecologica nella definizione del purpose aziendale, nella produzione di piani di sostenibilità e nello sviluppo di relazioni col territorio, stakeholder management, report di sostenibilità, procedure per società bcorp e benefit.

Andrea Prandi assume anche la carica di ceo di Smartitaly, mentre Daniele Tonelli quella di cfo. Il cda di Smartitaly sarà affiancato anche da un Advisory Board costituito da: Luca Penati, che ha guidato come ceo, a San Francisco, alcune delle più importanti agenzie di comunicazione del mondo, oggi partner di Smartitaly con la Penati and Partners; Sara Ranzini, già direttore della comunicazione di Coca Cola, Expo e Facebook e oggi impegnata in progetti di scala globale; Riccardo Capecchi, già segretario generale di Agcom e oggi advisor del Ministero delle infrastrutture e di Join Group.

Smartitaly annuncia poi l’apertura di nuove sedi a Citylife, a Milano, a Modena, nel cuore della e-valley e a Roma, dove si troverà la sede della BU Digital Media. La crescita di Smartitaly prevede nel corso dell’anno lo sviluppo di nuove partnership in ambito media, branding, formazione e advocacy.

“Oggi si parla molto di purpose, della necessità delle aziende di definire uno scopo che possa essere comprensibile e soprattutto credibile per gli stakeholder, i dipendenti, i clienti, le comunità in cui si opera - spiega Prandi -. Ebbene lo scopo di Smartitaly è uno scopo scritto da 10 anni nel suo stesso nome: dare un contributo per accelerare l’evoluzione del nostro Paese e delle sue imprese. Quello che facciamo è raccontare, promuovere e proteggere le imprese che condividono il nostro scopo, mettendo a disposizione le competenze di comunicazione e marketing maturate da manager d’azienda con esperienze importanti e quelle di giovani talentuosi che portano soluzioni innovative di comunicazione. La nuova organizzazione di Smartitaly riflette quello che oggi le imprese ci chiedono: consulenza strategica e coaching, pianificazione e project management, contenuti, un utilizzo efficiente dei media e creatività”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA