Porti, lavoratori in sciopero per 24 ore

Mercoledì 22 Maggio 2019

Portuali in agitazione per il mancato rinnovo del contratto di categoria. Domani, giovedì 23 maggio, incroceranno le braccia per 24 ore  in tutti i porti italiani per lo sciopero proclamato unitariamante dai sindacati di categoria, Filt Cgil- Fit Cisl - Uiltrasporti. La protesta - ricordano i sindacati - è «a seguito dell'interruzione del negoziato, dovuta all'indisponibilità datoriale, per il rinnovo del contratto nazionale del settore». «Nel corso delle assemblee che si sono tenute in tutto il Paese con i lavoratori portuali - riferisce la Federazione dei Trasporti della Cgil - abbiamo riscontrato condivisione e sensibilità alle motivazioni della vertenza a salvaguardia del lavoro portuale e delle proprie specificità». «Domani nell'ambito dello sciopero - prosegue - si terranno presidi locali presso le prefetture, le sedi istituzionali dei porti ed i varchi portuali, oltre che in concomitanza con la conferenza annuale dell'Organizzazione dei Porti Europei ESPO a Livorno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA