INTESA SANPAOLO

Intesa Sanpaolo, Gros-Pietro: «Operazione con Ubi non precluderà nascita terzo polo»

Mercoledì 8 Luglio 2020
«L'obiettivo dell'Offerta lanciata  da Intesa Sanpaolo non è l'eliminazione di un concorrente. Ci  rivolgiamo a tutti gli azionisti di Ubi per dare vita a un  grande protagonista del mercato del credito, capace di  fronteggiare una sfida di dimensioni europee, con le  professionalità, le risorse e le strategie per crescere e  affermarsi in diversi settori e per sostenere lo sviluppo del  tessuto economico e sociale dei territori in cui opera Ubi». E' quanto scrive il presidente di Intesa, Gian Maria Gros Pietro,  in una lettera al Corriere della Sera con cui replica a un  intervento di Salvatore Bragantini, ex commissario Consob, che  sottolineava i rischi per la concorrenza dell'operazione.
 
«Per quanto concerne la posizione di leadership di Intesa  Sanpaolo in Italia e la presunta anomalia in rapporto agli altri  Paesi europei, vorrei far notare che i principali mercati  dell'area Euro, con l'eccezione della Germania - dove l'industria bancaria non è all'altezza degli altri settori  industriali del Paese - presentano operatori bancari leader con quote di mercato in linea o superiore a quella che avrebbe la  nuova realtà», sottolinea Gros Pietro, ricordando che Intesa, al  netto del ramo d'azienda che intende cedere a Bper, avrà una  quota del 19% dei depositi e del 21% dei prestiti. «In Francia, ad esempio, Credit Agricole ha una quota del 27% sui depositi e  del 37% sui mutui. In Spagna il Banco Santander detiene il 20%  circa, sia sui depositi sia sui presti».

Gros Pietro nega anche  che l'operazione intenda «precludere la nascita di un terzo  competitore sul mercato italiano», in quanto Bper, in seguito  all'acquisto degli sportelli di Ubi, avrà «più filiali di Ubi e una quota più elevata nella raccolta e negli impieghi».

Ricordando «l'impegno totale e continuo» di Intesa «a fianco del governo, delle istituzioni, della società per fronteggiare» l'emergenza coronavirus, Gros Pietro conclude  affermando che «è con questo spirito che oggi vogliamo creare un  grande protagonista del credito in Italia e in Europa: l'offerta  di intesa Sanpaolo nei confronti di Ubi è un progetto al  servizio del Paese».

  Ultimo aggiornamento: 20:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA