Enel X: crollano gli spostamenti nel fine settimana di Pasqua

Enel X: crollano gli spostamenti nel fine settimana di Pasqua
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Aprile 2021, 20:58 - Ultimo aggiornamento: 8 Aprile, 15:20

Crollano gli spostamenti nel fine settimana di Pasqua. Il calo è stato accusato in tutte le regioni italiane, a seguito dell’ordinanza del Ministero della Salute che ha posto l’Italia in zona rossa durante il fine settimana delle vacanze pasquali per contenere i contagi da Covid-19. Tuttavia in nessuna regione si è registrata una diminuzione della mobilità paragonabile al precedente Lockdown di marzo-maggio 2020, tanto che rispetto a quel periodo i movimenti sono pressochè raddoppiati su tutto il territorio nazionale. È quanto rilevato da “City Analytics - Mappa di mobilità” di Enel X e Here Technologies che, a partire dall’analisi dei Big Data, stima tra gli altri la variazione degli spostamenti e dei chilometri percorsi dai cittadini sul territorio nazionale, regionale, provinciale e comunale. Qui si può consultare la mappa con i dati sugli spostamenti.

Nel complesso tutte le regioni hanno registrato un forte calo negli spostamenti rispetto al periodo pre-Covid (che oscilla tra il -50% al -26%) e rispetto allo stesso giorno della settimana precedente (-45% al -17%). La Campania, poi, nel week end di Pasqua ha registrato l’incremento più alto negli spostamenti rispetto al periodo Marzo/Maggio 2020 con un +220%.

Nella giornata di Pasquetta (5 Aprile), dai dati raccolti si evidenzia che tutte le regioni prese in esame, rispetto al valore medio degli spostamenti registrati durante i lunedì del periodo di Lockdown, hanno ridotto in maniera significativa gli spostamenti tranne la Puglia che registra un +2% e Campania +44%. Tra le regioni passate dall’arancione al rosso spicca il dato della Sicilia dove i cittadini hanno ridotto i loro spostamenti quasi del doppio rispetto alla settimana precedente, ossia del 45%, seguiti dagli abitanti del Lazio, dove il traffico ha toccato quota -31%. Per quanto riguarda le regioni rimaste in zona rossa, l’Emilia Romagna si conferma la più “sedentaria” con il -36% di spostamenti rilevato rispetto alla settimana prima, seguita da Veneto (-34%), Lombardia (-30%), Campania (-23%), Piemonte (-23%) e Puglia (-17%).

La città che invece si è mossa di meno in assoluto è stata Milano, con il -35% degli spostamenti. Più contenuto invece il calo di traffico a Roma (-29%) e Napoli (-22%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA