Borsa, Piazza Affari contiene il calo grazie a Generali e a Mediobanca

Mercoledì 25 Settembre 2019
Il possibile impeachment del presidente Trump innervosisce le Borse ma sul finale di seduta, complice l'andamento positivo di Wall Street, gli indicirecuperano terreno e riducono le perdite. Lo Stoxx600 ha chiuso in ribasso dello 0,6%, Londra si è riportata sulla parità (-0,02%), Parigi ha lasciato sul terreno lo 0,79%, Francoforte lo 0,59% e Milano lo 0,51 per cento.

Gli analisti ritengono improbabile una condanna ma vedono in questa vicenda un nuovo colpo alle certezze dei mercati globali, già sofferenti per i rischi geopolitici tra guerra commerciale Usa-Cina, Brexit e tensioni del Golfo Persico. Lo S&P 500 è rimbalzato con le dichiarazioni di Trump su un accordo con la Cina che potrebbe accadere «prima di quanto si pensi». Più cupo l'umore in Europa e a Milano solo l'inversione di tendenza delle big ha alleggerito la situazione. Lo spread chiude in calo a 141punti.

Ubi banca ha chiuso in rialzo dell'1,17%; Generali (+0,53% a 17,96 euro) e Mediobanca (+0,57% a 9,966 euro) hanno guadagnato tra le speculazioni sui prossimi passi di Leonardo Del Vecchio. Tim, alla vigilia del cda durante il quale il presidente Fulvio Conti potrebbe prendere una decisione su un eventuale passo indietro, ha guadagnato lo 0,53 %.
Bene anche Pirelli (+0,15%) mentre Fca ha vissuto una seduta in altalena (-1,37%). Colpiti dagli ordini in vendita i titoli dell'energia con Saipem (-2,09%), Eni (-0,96%) e Italgas (-0,95%).

  Ultimo aggiornamento: 19:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma