Bankitalia, debito pubblico in calo a 2.364,7 miliardi

Lunedì 15 Luglio 2019
(Teleborsa) - Debito pubblico in calo ed entrate tributarie in aumento. Sono i dati rilevati da Banca d'Italia nel rapporto statistico su "Finanza pubblica: fabbisogno e debito " relativo al mese di maggio 2019. Nel dettaglio, il debito delle Amministrazioni pubbliche è stato pari a 2.364,7 miliardi, in calo di 8,7 miliardi rispetto al mese precedente e che riguarda il sottosettore delle Amministrazioni centrali, con Amministrazioni locali ed Enti di previdenza rimasti pressoché invariati.

Secondo via Nazionale, l'andamento riflette la riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (11,3 miliardi, a 47,2; erano pari a 57,6 miliardi a maggio 2018), solo parzialmente compensata dal fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (1,1 miliardi) e dall'effetto complessivo degli scarti e dei premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione del tasso di cambio (1,6 miliardi).

In aumento invece le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato che, a maggio 2019, sono state pari a 34,1 miliardi, con un + 1,6% (0,5 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2018. Nello specifico, nei primi cinque mesi del 2019 le entrate sono state pari a 156,7 miliardi, in aumento dello 0,9% (1,4 miliardi) rispetto allo stesso periodo del 2018. "Al netto di alcune disomogeneità contabili, - afferma Via Nazionale - si può stimare che la dinamica delle entrate tributarie sia stata più favorevole". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma