Banca Generali nominata “Best Private Bank in Italy” dal Gruppo Financial Times

Venerdì 1 Novembre 2019
La sede di Banca Generali a Trieste

Banca Generali è la «Best Private Bank in Italy» secondo il gruppo Financial Times. È la terza volta negli ultimi quattro anni che la banca private si aggiudica il riconoscimento internazionale, a testimonianza del ruolo sempre più influente nella sfera dei servizi dedicati alla clientela private italiana.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 31 ottobre allo Sheraton Grand Hotel Park di Londra, alla presenza dell'amministratore delegato del Financial Times John Ridding e del direttore del Financial Times Lionel Barber e dei protagonisti della comunità finanziaria internazionale. 

La giuria indipendente –composta da giornalisti finanziari e analisti– ha premiato il modello di business unico di Banca Generali che sfrutta l’innovazione digitale in un ambito di open banking per offrire soluzioni esclusive di consulenza negli investimenti, così come di wealth management. Tra gli aspetti più apprezzati sono stati segnalati: la straordinaria crescita della banca che rappresenta uno dei casi di maggior successo sui mercati finanziari europei nell’ultimo decennio, così come l’impegno nello sviluppo di una proposta di consulenza finanziaria all’avanguardia orientata alla sostenibilità, grazie ad una piattaforma unica sul mercato che lega i portafogli delle famiglie ai 17 SDGs dell’agenda 2030 della Nazioni Unite.

«Siamo onorati di ricevere per la quarta volta questo riconoscimento da un’istituzione di prestigio come il Gruppo Financial Times, punto di riferimento per la comunità economico-finanziaria a livello internazionale. Il premio valorizza i nostri passi avanti nella sfera del private banking dove grazie alla qualità dei nostri banker e all’approccio aperto, attingendo alle migliori proposte di tecnologia, soluzioni di investimento, e wealth management, siamo riusciti a proporre un’offerta versatile e unica, che consente di andare incontro alle esigenze personali delle famiglie e degli imprenditori aiutandoli in tutte quelle scelte importanti di pianificazione e protezione patrimoniale. Ancora più dei premi ci inorgoglisce il livello di fiducia e di soddisfazione che ci esprime la clientela e che da cinque anni ci viene anche riconosciuto da una realtà indipendente come l’istituto tedesco», ha commentato l'amministratore delegato di Banca Generali Gian Maria Mossa.

Il premio conferma l’ascesa nel private banking in Italia di Banca Generali. A settembre la classifica stilata da Magstat, che misura le variazioni nel settore, indicava come terzo operatore nel private banking in Italia la società triestina con 40 miliardi di masse gestite per conto di clientela con oltre mezzo milione di ricchezza finanziaria disponibile. 

Il premio dalle riviste di riferimento nel settore in Europa -«The Banker» e «Private Wealth Management»- segue di pochi giorni la medaglia d’oro ricevuta da parte dell’Istituto Tedesco Qualità e Finanza che, per il quinto anno consecutivo, ha nominato i consulenti di Banca Generali come «Miglior rete di consulenti finanziari per soddisfazione dei clienti». Un premio che riflette il giudizio della clientela direttamente sulle reti che esprimono la miglior qualità e su cui converge la migliore soddisfazione. Nella classifica di soddisfazione stilata dall’Istituto tedesco, i private banker di Banca Generali Private si aggiudicano una percentuale di soddisfazione del 70,6%, un dato di gran lunga superiore alla media del settore che si ferma al 61,4%. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA