Parte dai capelli la campagna contro i pregiudizi: «Hair Has No Gender»

Giovedì 12 Novembre 2020 di Valentina Venturi
parrucche

La diversità si può celebrare anche dando il giusto peso, importanza e valore ai propri capelli. Ne è un fulgido esempio il progetto "Hair Has No Gender", la campagna lanciata a livello europeo lo scorso anno con l'obiettivo di celebrare la diversità di ogni persona e il potere che hanno i capelli nel trasformare la nostra sfera emotiva e sociale e il modo in cui affrontiamo le sfide quotidiane.

In occasione del "TDoR – Transgender Day of Remembrance", Giornata mondiale della Memoria Transgender in programma il 20 novembre, Procter & Gamble e il marchio Pantene rinnovano l'impegno a sostegno della comunità LGBTQI+. La seconda edizione della campagna, pur riproponendo il percorso narrativo intrapreso nel 2019 con la condivisione di storie personali, guarda oltre: esplora quanto sia importante il supporto emotivo di familiari e amici nell'acquisire la fiducia necessaria per mostrarsi al mondo.

Protagoniste sono allora storie d'amore e di accoglienza familiare: sentirsi accolti al loro interno è il primo passo verso la piena accettazione della propria identità e, da qui, verso l'espressione autentica di se stessi nella società. La missione della campagna è abbattere pregiudizi e barriere, diffondere il più possibile nella società una cultura di inclusione e creare spazi sicuri per le persone LGBTQI+ che sono ancora oggi, purtroppo, vittime di abusi e discriminazioni. 

Dal lancio della campagna a novembre 2019, P&G e Pantene hanno fornito in Italia supporto finanziario alla comunità LGBTQI+ attraverso l'Associazione Libellula, partner della campagna e organizzazione che opera sul territorio nazionale con la finalità di aiutare e difendere le persone transessuali e transgender, assistendole sia nella valutazione dei presupposti per la transizione che in tutte le problematiche relative all'inserimento sociale e lavorativo. 
 
Sempre in Italia, la nuova edizione della campagna si dedica a promuovere il sostegno delle famiglie come elemento primario di inclusione nella società e proprio per questo anche Agedo, l'Associazione italiana di genitori, parenti, amiche e amici di lesbiche, gay, bisessuali, trans * +, fondata con lo scopo di sostenere i genitori durante il percorso di coming out dei figli e promuovere i diritti civili e i cambiamenti sociali nel nostro Paese, diventa partner di P&G e Pantene. Un partner prezioso per sostenere e rilanciare un messaggio di inclusione partendo dal nucleo familiare, offrendo tutto l'aiuto necessario affinché tutti possano sentirsi liberi di «essere ciò che sono».  
 
Nell'ambito dell'iniziativa, Pantene continua la sua collaborazione anche con DCP - Dresscode Project: un'alleanza di saloni no gender per parrucchieri fondata dalla hairstylist canadese Kristin Rankin. Con l'obiettivo di espandere la rete di saloni accreditati DCP a livello globale, Pantene sta lavorando con Kristin per supportare e facilitare la formazione sull'inclusività per gli hair stylist e creare spazi di consulenza, in modo che tutti possano avere un'esperienza positiva.
 
In occasione del TDoR, il 24 novembre, la nuova campagna europea "Hair Has No Gender" prevede il lancio di un film sulle piattaforme social che ha per protagoniste delle donne forti e combattive che raccontano la loro storia personale di accettazione e il percorso che hanno intrapreso. Il film vede infatti la partecipazione della spagnola Angela Ponce, dell'italiana / brasiliana Lea T, dell'inglese Travis Alabanza e dell'artista canadese Vivek Shraya. Il film esplora il potere dei capelli nell'espressione dell'identità e il valore del supporto di familiari e amici. 
 

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 18:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA