Messico, sequestrate dalla polizia oltre 15 mila tartarughe: pronte per essere spedite in Cina

Giovedì 14 Maggio 2020 di Remo Sabatini
Sequestro record di tartarughe. Oltre 15mila nascoste nelle scatole pronte per essere spedite in Cina (immagini diffuse dal Governo Messicano-PROFEPA su Fb)

Maxi sequestro di tartarughe all'aeroporto di Città del Messico. I poveri animali, contati in 15.053 esemplari, erano stati letteralmente impacchettati e chiusi in 158 scatole già pronte per essere spedite con destinazione Cina. L'operazione di polizia ha visto coinvolti gli uomini della Procura federale per la protezione dell'Ambiente (Profepa) oltre al personale doganale dell'aeroporto. Le tartarughe, appartenenti a diverse specie d'acqua dolce, sono state trovate in pessime condizioni e, come illustrato nelle immagini diffuse dalla Procura stessa che pubblichiamo, ammassate l'una sull'altra e ridotte in spazi minimi che hanno significato la morte di 260 esemplari. La scarsa documentazione a corredo della spedizione, al momento non permette di risalire ai responsabili del traffico illegale. Dopo le prime analisi di rito, le tartarughe sono state trasferite a Los Reyes dove, in una struttura dedicata hanno trovato cure e soprattutto acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani