Muore d'infarto nel bosco: il suo cane gli resta accanto fino all'arrivo dei soccorsi

Sabato 27 Aprile 2019
La piccola Daisy mentre aspetta i soccorsi per recuperare il corpo del suo padrone
Nessuno avrebbe trovato il corpo senza l'aiuto della piccola Daisy. Un uomo di 64 anni è morto durante una scalata nei boschi di Evans Creek, in Florida. Era uscito con la sua cagnolina per l'ultima passeggiata della sua vita. Da due giorni la moglie non aveva più notizie del marito, per questo aveva chiamato il 911 e dal numero della polizia americana erano subito partite le ricerche.

L'uomo non aveva detto quale sarebbe stata la sua meta ma, grazie ai dati trovati nel computer, la polizia aveva scoperto nella cronologia alcune pagine sui boschi a sud di Eatonville. Da qui basta 1 ora e mezza di auto per raggiungere la natura incontaminata. E qui, attorno all'Alder Lake, il cellulare dello scomparso risultava attivo nelle ore precedenti. 


Alle 16:45 di mercoledì è stata trovata la sua auto parcheggiata. Dentro alcune note su una mappa. Il team di soccoritori si è rimesso in marcia e, un'ora dopo, ha sentito un cane abbaiare. Gli uomini del dipartimento di Pierce Co Sheriff hanno seguito il suono giungendo proprio dove si trovava Daisy. La cagnolina era accanto al suo padrone, morto per un attacco di cuore.

Recuperato il corpo, Daisy è tornata a casa: «Senza di lui non avremmo mai trovato quell'uomo» ha scritto lo sceriffo su Facebook.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma