Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Quattro scosse di terremoto, una vicino Civitella del Tronto. Evacuate le scuole: paura e traffico in tilt

Quattro scosse di terremoto, una vicino Civitella del Tronto. Evacuate le scuole: paura e traffico in tilt
2 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 13:34 - Ultimo aggiornamento: 14:28

Terremoto nell’Ascolano e a Civitellla dei  Tronto, paura e scuole evacuate. Un terremoto di magnitudo 2,5 è
stato registrato dalla rete Ingv con epicentro a 3 chilometri da Civitella del Tronto alle 12,35. Si tratta della quarta
scossa registrata nella zona dopo quelle con epicentro nelle Marche, nella vicina Folignano, registrate dall'Ingv alle 12,24, alle 12,25 e alle 12,27, rispettivamente di magnitudo 4.1, 3.6 e 2.0, le prime due avvertite distintamente anche nel Teramano.

A Teramo evacuate le scuole primarie, come pure in alcuni paesi della provincia. Nel capoluogo il traffico è subito  impazzito. Nessuno danni rilevato. La scossa di terremoto, che intorno alle 12,30 ha avuto come epicentro l’Ascolano, è stata avvertita distintamente anche a Teramo. Al momento non sono stati segnalati danni a cose o persone. Le scuole, come da protocollo, sono state evacuate dai dirigenti scolastici, già tutti immediatamente contattati dal sindaco Gianguido D'Alberto, e non hanno segnalato situazioni di criticità. Il Comune «sta monitorando costantemente la situazione e fornirà con tempestività ogni eventuale ed ulteriore comunicazione».

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, appresa la notizia della scossa di terremoto che ha coinvolto la provincia di Teramo ha subito chiamato il prefetto Massimo Zanni e il sindaco Gianguido D’Alberto, per sincerarsi di quanto accaduto. Insieme al direttore dell’Agenzia di Protezione Civile, Mauro Casinghini, è in contatto con tutti i sindaci del territorio teramano al confine con le Marche epicentro del sisma. La situazione è sotto controllo, al momento non si registrano danni a cose e persone. Come da protocollo gli studenti delle scuole sono stati fatti evacuare per sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA