Tenta di adescare ragazzina al parco, la salva il fidanzato: 70enne in fuga

Tenta di adescare ragazzina al parco, la salva il fidanzato: 70enne in fuga
di Teodora Poeta
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 08:12

Mentre aspettava il fidanzato una minorenne è stata molestato da un 70enne teramano all'interno della centralissima villa comunale. Un approccio sessuale che per fortuna si è interrotto perché nel frattempo è arrivato il fidanzato della giovane vittima che presa dal panico non è riuscita a fuggire. Il grave episodio è avvenuto durante lo scorso fine settimana. L'uomo è subito stato identificato dalla Polizia e già denunciato in stato di libertà per reati a sfondo sessuale.

Ad intervenire proprio in viale Bovio subito dopo l'accaduto è stato il personale dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della vicina Questura, richiamatO dai due giovani che ad alta voce chiedevano aiuto. E' stata la ragazza, una 17enne in evidente stato di agitazione, a raccontare che poco prima, mentre da sola stava attendendo il fidanzato all'interno della villa comunale, era stata molestata da un uomo che, tra l'altro, proprio in quel momento si trovava ancora lungo quella stessa via. Il 70enne è stato, quindi, subito intercettato dai poliziotti. A quanto pare, quell'uomo dopo averla vista da sola le si sarebbe avvicinato. Per approcciarla le ha chiesto l'età, dopodiché ha iniziato a molestarla con frasi a chiaro ed esplicito carattere sessuale, cercando di coinvolgerla nella conversazione con una serie di domande dal contenuto erotico.

Frasi che hanno mandato nel panico la minore che non è riuscita a fuggire fino a quando non è arrivato il suo fidanzato. E' stato in quel momento che il 70enne si è allontanato dalla giovane ed ha preso l'uscita laterale della villa comunale, indossando la mascherina quasi a volersi nascondere il volto. Ma la ragazza ha subito raccontato l'accaduto e così insieme i due giovani si sono diretti verso la vicina Questura, in cerca d'aiuto. Ai poliziotti la 17enne ha anche raccontato che più di una volta, in precedenza, aveva notato quell'uomo, con un cane di piccola taglia a seguito, passare nei luoghi dove lei era solita fermarsi insieme al suo ragazzo sempre all'interno della villa comunale.

Il sospetto, adesso, è che possa aver fatto la stessa cosa anche con altre minori che frequentano pure loro la villa comunale o altri posti, ma forse per vergogna non hanno denunciato l'accaduto. Se davvero così fosse, è necessario che le eventuali altre vittime si facciano avanti e si rivolgano pure loro alle forze dell'ordine. Dopo l'episodio, la 17enne è stata visitata dai sanitari del 118 che hanno confermato lo stato ansioso conseguente a quanto accaduto. E' grave che questo possa essere successo nel cuore della città, l'orario era nel tardo pomeriggio, in un posto dove giocano anche i bambini. Un campanello d'allarme che deve servire per comprendere che non bisogna mai abbassare l'attenzione. Con l'importante contributo della Polizia che è riuscita in questo caso ad identificare subito il presunto autore del reato a sfondo sessuale, ora denunciato a piede libero. La Polizia controllerà anche, con l'aiuto delle fotografie, se l'uomo ha avvicinato o molestato altre ragazza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA