Radioterapia fuori uso, i pazienti di Chieti andranno a Pescara

Radioterapia fuori uso, i pazienti di Chieti andranno a Pescara
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Dicembre 2020, 09:40

Non patiranno disagi né ritardi nell'avvio della radioterapia i 40 pazienti che non possono essere presi in carico dall'ospedale di Chieti per via del guasto informatico che impedisce la cosiddetta "centratura" preliminare, la prima delle procedure messe in atto per la preparazione del trattamento. I malati saranno curati a Pescara a seguito di accordi formalizzati dal direttore sanitario della Asl Lanciano Vasto Chieti, Angelo Muraglia, con i colleghi dell'altra Azienda sanitaria e con il direttore della Radioterapia dell'ospedale "Santo Spirito". 

«L'integrazione tra due presidi ospedalieri più importanti dell'area metropolitana che distano una manciata di chilometri l'una dall'altra è una pratica alla quale facciamo reciprocamente ricorso in diverse circostanze - chiarisce Muraglia - perché ci permette di superare criticità e garantire efficienza. Una collaborazione che anche in questa occasione si rivela efficace a beneficio dei pazienti, che non dovranno affrontare trasferte più impegnative». 

Intanto per la Radioterapia di Chieti è stato indetto l’avviso esplorativo per l'acquisto di un sistema laser di posizionamento pazienti, secondo le caratteristiche tecniche indicate dall’Ingegneria clinica. Il bando ha carattere di urgenza, pertanto gli operatori economici interessati dovranno far pervenire entro le ore 12.00 del prossimo 31 dicembre domanda nella quale si manifesti l'interesse a essere invitati alla procedura. A tale proposito il direttore generale della Asl, Thomas Schael, ha richiamato l’attenzione delle articolazioni aziendali al rispetto rigoroso del Codice degli appalti anche nelle procedure a carattere di urgenza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA