Giulianova, nuda e svenuta sulla spiaggia: la donna ha tentato il suicidio

Giulianova, nuda e svenuta sulla spiaggia: la donna aveva tentato il suicidio
di Francesco Marcozzi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Marzo 2021, 08:21 - Ultimo aggiornamento: 08:22

Svolta nell'inchiesta sulla donna trovata nuda e svenuta, ieri, sulla spiaggia di Giulianova (Teramo). Nessuna aggressione, nessuna violenza: si è trattato di un tentato suicidio.

Nella prima mattinata di ieri erano pervenute ai Carabinieri diverse segnalazioni da parte di alcuni passanti, che riferivano di aver notato una donna completamente nuda e priva di sensi su una spiaggia a nord del Lido, ai confini con Tortoreto in corrispondenza del camping Oasi. Sul posto si è immediatamente recata una pattuglia del Nucleo Radiomobile che ha identificato la donna, originaria di Folignano, in provincia di Ascoli. l'ha rianimata e visto che era in ipotermia, ha provveduto a riscaldarla con una coperta termica che fa parte delle dotazioni di bordo dell'autoradio, in attesa dell'arrivo dei soccorsi del 118.

I successivi accertamenti hanno acclarato che la donna si è allontanata da casa, senza informare i familiari, nella tarda serata di sabato a bordo della sua auto, non dando più notizie di sé stessa fino al ritrovamento di ieri mattina. La donna è stata poi trasportata in ospedale dove le sono state praticate le prime cure ed è stata ascoltata anche da un medico psichiatra per capire cosa sia successo. All'inizio non ricordava, è apparsa anche piuttosto confusa. Lo shock termico le aveva fatto perdere i sensi. Poi ha cercato di raccontare qualcosa, ma in uno stato piuttosto confusionale.

Si è pensato anche ad un'aggressione, ad un tentativo di violenza sessuale visto che è stata trovata priva di vestiti. E che qualcuno abbia cercato di gettarla in mare. Secondo gli investigatori, però, si tratterebbe di un tentato suicidio. Avrebbe raggiunto la zona del villaggio turistico Salinello con la sua auto. L'ha poi parcheggiata nel vicino piazzale, si sarebbe tolta i vestiti e avrebbe percorso a piedi un tratto di circa 300 metri di spiaggia sino a raggiungere la foce. L'istinto di sopravvivenza avrebbe avuto la meglio. Dell'episodio è stata informata la Procura di Teramo che non ha richiesto al momento un supplemento di indagini. Nel frattempo sono stati informati i familiari di quanto accaduto. L'auto è stata trovata nel parcheggio vicino al villaggio turistico. All'interno c'era la borsa coi documenti e i vestiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA