Indagini internazionali, 400 finanzieri studiano il cinese all'Aquila

Giovedì 17 Gennaio 2019 di Marcello Ianni
C’è anche lo studio della lingua cinese incentrato anche nell’aspetto giuridico e commerciale, tra i corsi di alta specializzazione tra gli appartenenti della Guardia di Finanza, finanziati dall’Europa attraverso la Regione Abruzzo. Circa 200 mila euro i fondi stanziati per 400 militari che arriveranno all’Aquila da tutta la regione per partecipare ai corsi, grazie al lavoro messo in campo da Elena Sico, dirigente del Dipartimento della presidenza e rapporto con l’Europa della Regione Abruzzo e dal comandante regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, il generale di Brigata Flavio Aniello.

Previsti nello specifico 24 corsi, per un totale di 528 ore di formazione e la partecipazione appunto di 400 militari impegnati quotidianamente nel contrasto all’evasione e all’elusione, alle frodi fiscali, agli illeciti in materia di spesa pubblica nazionale ed europea per la tutela di tutte le fonti di finanziamento pubblico, ivi comprese quelle generate dalla Regione, e nella lotta alla criminalità economico-finanziaria e al riciclaggio di denaro. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma