Pescara, detenuto evade dal carcere durante l'ora d'aria: ripreso dopo 4 ore

Pescara, detenuto evade dal carcere durante l'ora d'aria: ripreso dopo 4 ore
di Alessandra Di Filippo
2 Minuti di Lettura
Martedì 11 Agosto 2020, 07:15

Ha approfittato dell'ora d'aria e di un attimo di distrazione degli agenti per scavalcare la recinzione del carcere di Pescara e darsi alla fuga. Per fortuna, dopo quasi quattro ore di ricerche, è stato rintracciato da una pattuglia della squadra volante, diretta dal vice dirigente Davide Zaccone, nella zona dei Colli e riportato al San Donato, in attesa di ulteriori disposizioni.

L'evasione da film è andata in scena, nel primo pomeriggio di ieri. A eludere i vari sistemi di vigilanza presenti all'interno della casa circondariale e a darsi tranquillamente alla fuga, è stato un 51enne pescarese, T.A., il quale avrebbe terminato di scontare la propria pena per reati contro il patrimonio, da furti a ricettazioni, nel 2024. Ieri, approfittando di varie circostanze, ha pensato bene di andarsene. Immediatamente è scattato l'allarme, ma del detenuto si erano già perse le tracce. Sono quindi scattate le ricerche su tutto il territorio.

Dopo qualche ora, grazie ad una intuizione di alcuni poliziotti delle Volanti, il 51enne è stato individuato nella zona dei Colli, in via Valle delle Rose, dove abita. Alla vista degli agenti, due in particolare, un uomo e una donna, ha iniziato a scappare, sino a quando non si è ritrovato letteralmente braccato contro un muro. Pur di non essere catturato, così come aveva fatto poco prima per fuggire dal carcere, si è arrampicato per scavalcarlo. A questo punto, la poliziotta è entrata subito in auto e ha raggiunto l'altra parte del muro. Come il detenuto è sceso giù, l'ha bloccato e ammanettato. Era ferito. Dopo essere stato medicato, su disposizione del pm Anna Benigni, è stato riaccompagnato al San Donato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA