CORONAVIRUS

La fidanzata non può entrare per l'emergenza Covid, ragazzo devasta il Pronto soccorso

Venerdì 2 Ottobre 2020
La fidanzata non può entrare per l'emergenza Covid, ragazzo devasta il Pronto soccorso

Notte a dir poco movimentata, quella tra mercoledì e giovedì, al pronto soccorso di Pescara dove un 27enne pescarese, fuori di sé, ha prima minacciato e offeso pesantemente medici e infermieri, poi ha preso a pugni il box del triage, mandando in frantumi la vetrata. E non è finita qui perché ha anche chiuso gli stessi sanitari in una stanza del reparto. Insomma, attimi di caos e panico assoluto. Per riportare alla calma il giovane sono dovuti intervenire i poliziotti della squadra volante, che lo hanno poi denunciato per danneggiamento.

L'episodio è accaduto attorno all'una. Il ragazzo, che era su una sedia a rotelle, non ci avrebbe visto più quando i sanitari gli hanno detto che non poteva entrare nel reparto, dove doveva essere sottoposto a visite e accertamenti, con la fidanzata che era lì con lui. E ciò in base alle disposizioni anti Covid. La giovane, insomma, doveva aspettarlo fuori. Per tutta risposta, lui è andato in escandescenza, bloccando per diversi minuti l'attività del pronto soccorso. Immediatamente sono stati allertati gli addetti alla vigilanza, che hanno cercato di fermarlo e di farlo ragionare. Il tutto davanti agli occhi terrorizzati dei pazienti in attesa di essere visitati. Minuti interminabili di follia pura, terminati con l'intervento degli agenti della squadra volante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA