Stipula le polizze e si intasca i soldi: nei guai un'assicuratrice

Stipula le polizze e si intasca i soldi: nei guai un'assicuratrice
di Manlio Biancone
2 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Maggio 2022, 08:45

Stipulava le polizze e si teneva i soldi. A finire nei guai un'assicuratrice della Marsica, che si sarebbe appropriata dei soldi della compagnia di assicurazioni per cui lavorava trattenendosi quasi 10mila euro. La somma comunque ancora deve essere accertata definitivamente. L'intera vicenda è ancora al vaglio della compagnia di Avezzano che sta effettuando gli accertamenti per capire il numero delle persone coinvolte.


A rendersi conto dell'incresciosa situazione alcuni assicurati che, sottoposti a controlli di routine dalla polizia urbana, hanno scoperto che i propri mezzi erano privi dell'assicurazione e si sono visti sequestrati i veicoli, multati e denunciati. Nei giorni scorsi, davanti all'ufficio dell'assicurazione si sono riunite diverse persone, vittime del raggiro, per chiedere spiegazioni e capire cosa fosse successo. Gli animi si sono anche accesi tanto che è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine per riportare l'ordine e la calma.

Non si conosce il numero delle persone rimaste coinvolte nella vicenda ma si pensa che siano una cinquantina. Tra l'altro l'assicuratrice aveva organizzato un sistema per raggirare i clienti: proponeva polizze assicurative annue ma in realtà le copriva per un solo semestre e la restante somma la intascava. Addirittura nel caso di assicurazioni riguardanti le attività commerciali, invece, non effettuava per niente i versamenti alla casa madre.

Sulla delicata vicenda è già intervenuta la società che avrebbe provveduto a rimborsare i clienti, altri invece si trovano in grosse difficoltà per aver avuto il sequestro dei mezzi. Sembra che alcune irregolarità siano anche emerse in uno dei controlli nell'agenzia, da parte della compagnia. Incrociando i dati delle polizze registrate e dei soldi versati alla casa madre sembra che sia emerso che ci fossero degli ammanchi. Insomma l'agente incassava i premi assicurativi, registrava le polizze, ma poi, alla fine, non riversava i soldi sul conto corrente dell'Agenzia nei tempi e nei modi previsti oppure versava solo in parte le somme. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA