ROMA

Fori pedonali, allarme traffico

Lunedì 30 Giugno 2014 di Alessia Marani

La fase due della pedonalizzazione dei Fori Imperiali scattata sabato mattina, ma gli effetti si cominceranno a sentire a partire da oggi, lunedì, con la riapertura degli uffici e di tutte le attività commerciali.

A Monti residenti e commercianti si sentono già «in gabbia», isolati dalla nuova Ztl (per cui dovranno pagare anche i permessi) e promettono «battaglia».

LA RABBIA

«Il calvario vero, quello che ricadrà su noi cittadini di Monti ed Esquilino, e su migliaia di automobilisti e pendolari che ogni giorno utilizzano i mezzi pubblici, è solo rimandato a settembre - giura Augusto Caratelli, portavoce del comitato dei residenti di zona - ovvero quando il Comune ci dirà che la sperimentazione varata fino al 31 agosto, in piena estate, con il flusso del traffico dimezzato per la chiusura delle scuole e le ferie, è andata bene. E allora che problema c’è se i residenti sono assediati da traffico e smog, se dopo quelli di via Labicana chiuderanno uno dopo l’altro anche i negozi di Monti, se chi arriva in auto o con la metro B dalle periferie dovrà affrontare tempi di spostamento ancora più lunghi?».

COSA CAMBIA

Fino al 31 agosto - per ora - nel tratto tra piazza del Campidoglio e largo Corrado Ricci, il transito sarà consentito solo a biciclette, linee Atac, Taxi e Ncc con un limite di velocità di 30 km all’ora. Sarà off limits h24, invece, il traffico nel tratto compreso tra largo Corrado Ricci e Colosseo, a esclusione di bici e mezzi Atac (questi ultimi non passeranno però il sabato e la domenica). Sempre fino al 31 agosto durerà un’ora in più, fino alle 19, la Ztl del centro storico, ampliata anche alla zona di via del Cardello e via del Colosseo. Saranno pedonalizzate anche via di San Giovanni in Laterano, da piazza del Colosseo a via Ostilia, e piazza del Foro Traiano. Alcune modifiche alla viabilità renderanno possibile l’inversione di marcia per le auto private su via Tor dè Conti, in corrispondenze dell’ultimo tratto di via Cavour, da via degli Annibaldi a largo Corrado Ricci, accessibile ai soli autorizzati Ztl.

I PUNTI CRITICI

Nuovi percorsi anche per i veicoli provenienti da via del Teatro Marcello, diretti verso la stazione Termini e l’Esquilino, indirizzati su via IV Novembre, via del Quirinale e via XX Settembre. Quelli diretti a San Giovanni, che transitano in piazza Venezia, infine, dovranno imboccare via del Teatro Marcello, Circo Massimo e via delle Terme di Caracalla o in alternativa in via di San Gregorio-via Labicana. «La congestione su questi assi è garantita - continua Caratelli - in punti come via IV Novembre, già stretta e pericolosa, al semaforo della Bocca della Verità, già trasformato in un imbuto infernale dalla prima fase dei Fori pedonali, in via Merulana, si impazzirà. I commercianti di Monti sono spaventatissimi, mi hanno chiesto di aiutarli ma in molti hanno paura a esporsi. Temono controlli, “vendette”. Ci sono bar e attività ristorative storiche. Ci stiamo organizzando. Siamo cittadini, ma ci sentiamo sudditi costretti a subire scelte imposte dall’alto».

Ultimo aggiornamento: 18:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA