ROMA

Nidi più cari, genitori sul piede di guerra
«Tariffe aumentate a iscrizioni già fatte»
De Palo: presenteremo ricorso al Tar

Mercoledì 3 Settembre 2014
Nidi più cari, genitori sul piede di guerra «Tariffe aumentate a iscrizioni già fatte» De Palo: presenteremo ricorso al Tar
Genitori sul piede di guerra contro la delibera che ha aumentato le tariffe degli asili nido di Roma, togliendo anche la gratuit per il terzo figlio. L'anno scolastico appena cominciato e gi scoppiano le prime polemiche. Gigi De Palo, ex assessore alla scuola, ha deciso di presentare una ricorso al tar del Lazio «perché questa delibera non possa essere applicabile all’anno scolastico 2014/2015 in quanto è intervenuta quando il termine per la presentazione della domanda di iscrizione era già scaduto ed addirittura dopo la pubblicazione della relativa graduatoria. Ne consegue che per le famiglie i cui figli sono stati ammessi al nido comunale per l’anno scolastico 2014/2015 debba continuare ad applicarsi la delibera che prevedeva l’esenzione dal pagamento della quota contributiva per il terzo figlio e le precedenti tariffe».



«In caso contrario - aggiunge - si lederebbe palesemente il legittimo affidamento di tutte quelle famiglie che hanno presentato la domanda di iscrizione a maggio del 2014 confidando nell’esenzione del terzo figlio e nel precedente tariffario e che oggi si vedono chiedere un contributo non previsto e per molti non preventivato nel bilancio familiare. Non si possono cambiare le regole del gioco a gioco iniziato!»



De palo lancia un'iniziativa comune contro le nuove tariffe dei nidi: «Invitiamo tutti i genitori a partecipare con noi al ricorso con un contributo forfettario per #famiglia di 50€ a copertura dei costi. Facciamo squadra, mostriamo di essere una famiglia di famiglie e tuteliamo i nostri diritti alla luce dei nostri tantissimi doveri». Ultimo aggiornamento: 10:28