Mafia Capitale, terremoto in Regione Lazio: si dimette il capogruppo del Pd Vincenzi

Marco Vincenzi
di Simone Canettieri
3 Minuti di Lettura
Martedì 9 Giugno 2015, 13:17 - Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 07:49

Marco Vincenzi si dimette da capogruppo del Pd in Regione. Il ciclone Mafia Capitale continua a tenere sotto scacco anche la Pisana. La decisione dopo un vertice tra il governatore Zingaretti, il segretario regionale Pd Fabio Melilli e il commissario dem di Roma Matteo Orfini.

Vincenzi viene tirato in ballo nelle carte dell'inchiesta per degli emendamenti che avrebbe presentato. «Smentisco di aver presentato in Consiglio regionale emendamenti per finanziare il comune di Roma o i suoi municipi. Non corrispondono nel modo più assoluto a verità e sono destituite di fondamento, quindi, le affermazioni di Salvatore Buzzi su un mio presunto interessamento per far ricevere al municipio di Ostia 600mila euro o qualsiasi altra cifra. Di conseguenza - sottolinea Vincenzi - e lo sottolineo per evitare qualsiasi fraintendimento, non possono essere stati approvati in Consiglio regionale emendamenti del sottoscritto per elargire fondi ad Ostia, agli altri municipi della Capitale o al comune di Roma».

L'ex capogruppo del Pd si dice sereno. «Ho visto due volte Salvatore Buzzi su sua sollecitazione - continua Vincenzi - e nel corso degli incontri mi aveva chiesto di intercedere per far ottenere fondi ad Ostia. Una richiesta alla quale non ho dato alcun seguito. D'altra parte, anche il Ros dei carabinieri non ha trovato alcun riscontro alle affermazioni, false, di Salvatore Buzzi come è facile evincere dalle conclusioni dell'informativa dei militari dell'Arma che hanno scritto - cito testualmente - 'Allo stato delle attuali conoscenze investigative, e dal contesto delle

telefonate/dialoghi intercettati, non si è in grado di indicare se .... i 600mila euro da ottenere con l'aiuto di Marco Vincenzi siano stati finanziati da parte della Regione Lazio. I carabinieri si limitano solo ad una presunzione che, lo ripeto ancora una volta, non ha alcun riscontro nella realtà dei fatti».

«Sottolineo - conclude Vincenzi - che non ho ricevuto alcun avviso di garanzia e ribadisco di essere assolutamente estraneo da qualsiasi responsabilità. Nell'interesse del gruppo Pd alla Regione, dell'Amministrazione regionale e del Partito Democratico, rassegno le dimissioni da capogruppo ringraziando i colleghi consiglieri per la fiducia che mi hanno accordato».

In serata «il gruppo consiliare del Pd Lazio, alla presenza del presidente della Regione Zingaretti, del segretario del Pd Lazio Melilli e della presidente dell'Assemblea Bonaccorsi, ha eletto all'unanimità il nuovo capogruppo alla Pisana. Si tratta del consigliere Riccardo Valentini, che già svolgeva le funzioni vicarie». Lo comunica, in una nota, l'ufficio stampa del gruppo Pd Lazio.