Concordia, trovato un teschio sul relitto: forse è di Rebello, l'ultimo disperso

Mercoledì 6 Agosto 2014
1
La Costa Concordia

A bordo della Concordia è stato trovato un teschio. Del ritrovamento i vigili del fuoco hanno informato il magistrato di turno della procura di Genova, Federico Manotti, che ha disposto il sequestro dei resti per individuare il dna e stabilire a chi appartiene.

I resti ossei trovati dai sommozzatori sul Ponte 3 della Concordia potrebbero appartenere a Russel Rebello, l'ultima vittima del naufragio di cui non è mai stato trovato il corpo, o anche a Maria Grazia Trecarichi, la vittima siciliana i cui resti furono ritrovati mesi fa. Lo ha comunicato la struttura del commissario Franco Gabrielli, sottolineando che «a breve inizieranno le attività di repertazione e le analisi il cui esito si attende per i prossimi giorni».

Del ritrovamento sono stati informati sia i familiari di Rebello sia della Trecarichi proprio perché, ribadisce la Protezione civile, «non si può escludere che i resti possano appartenere a lei».

I carabinieri della squadra rilievi sono impegnati da ieri nelle ricerche del disperso Russel Rebello: le ricerche sono state concentrate nella zona poppiera del ponte 4 dove potrebbe essere più probabile che si trovasse il cameriere indiano nel momento in cui la Concordia si adagiava sulla scogliera all'isola del Giglio.

Ultimo aggiornamento: 23:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua