Il raduno familiare da record: 148 Cassoni
si ritrovano a Norma 25 anni dopo

Lunedì 3 Novembre 2014 di Marco Cusumano
Il raduno della famiglia Cassoni a Norma
LATINA - ​La più piccola è una neonata di appena tre giorni. La più anziana ha 85 anni. Tra di loro altri 148 Cassoni provenienti da mezza Europa. Tutti tornati per un’occasione davvero speciale nel paese di origine: Norma.

Quello della famiglia Cassoni è stato un raduno da record. «L’idea - spiega Vincenzo Cassoni, funzionario della Provincia ora in pensione - è nata per replicare un altro grande raduno che organizzammo esattamente 25 anni fa a Sermoneta.



Quello fu il primo raduno della nostra famiglia, originaria di Norma, ma poi non siamo più riusciti a ripeterlo. Così ho deciso di riprovarci quest’anno e devo dire che è andata molto bene». Vincenzo si è attaccato al telefono, ha chiamato parenti lontani, alcuni lontanissimi, chiedendo di spargere la voce. «Che ne dite di organizzare un raduno a Norma?». La voce è passata da Cassoni in Cassoni, cugini, nipoti, pronipoti...



«La difficoltà più grande - racconta Vincenzo - è stata certamente rintracciare tutti. Molti di noi vivono ancora in zona, o comunque nel Lazio. Ma tanti sono andati lontano, alcuni in Europa, altri addirittura in altri continenti». Ma per fortuna l’aiuto delle nuove generazioni (e di internet) ha consentito di accelerare il tam-tam e così si è arrivati a stabilire la data e il luogo del raduno.



«Ci siamo incontrati in un ristorante a Norma - racconta Vincenzo - ed è stata una domenica indimenticabile per tutti noi. C’erano persone che non si conoscevano neanche, altri che non si vedevano da anni, alcuni da decenni». Ma ovviamente non tutti sono potuti arrivare a Norma e così i Cassoni hanno pensato di stabilire delle videochiamate tramite Skype per dare la possibilità di partecipare anche ai più lontani. «Abbiamo parlato con parenti lontanissimi che vivono a Singapore, in Irlanda, in Brasile».



Nell’organizzazione ognuno ci ha messo del suo. Una ragazza che recita ha preparato una commovente rappresentazione mettendo in scena i racconti e gli aneddoti più significativi della famiglia. Anche i bambini hanno recitato rievocando i racconti dei nonni, quelle storie che entrano nella vita delle famiglie e che uniscono nonostante i tanti chilometri di distanza. Il prossimo raduno, c’è da scommetterci, a Norma tra 25 anni... Con una generazione in più e tante altre storie da raccontare. Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tremolina malata e contesa: scatta la gara di solidarietà

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma