Perugia, otto borse di studio
nel ricordo di Donato Fezzuoglio

Venerdì 8 Novembre 2019 di Riccardo Gasperini
PERUGIA – La deposizione di una corona di alloro al monumento, la consegna della bandiera italiana alla dirigenza della scuola, la consegna delle borse di studio nell’ambito del progetto sulla legalità. È stata una mattinata intensa quella di oggi al plesso di via Chiusi dell’Istituto Comprensivo 5, dove è stato ricordato l’appuntato Donato Fezzuoglio, Medaglia d’oro al Valor militare, ucciso durante una rapina in banca a Umbertide il 30 gennaio 2006.
All’incontro, oltre a tanti studenti e insegnanti, hanno partecipato tra gli altri la vedova di Donato Fezzuoglio, Emanuela Becchetti con il figlio Michele, il vice sindaco Gianluca Tuteri, il prefetto Claudio Sgaraglia, il questore Mario Finocchiaro, il comandante regionale dell’arma dei carabinieri Massimiliano Della Gala, quello provinciale colonnello Giovanni Fabi e l’ispettore regionale dell’Associanzione nazionale carabinieri generale Antonio Cornacchia.



«Siamo qui per onorare solennemente un servitore dello Stato, della società e dunque nostro – ha detto Tuteri –. Un uomo, un padre che ha sacrificato la propria vita ed ha rinunciato ai propri affetti per seguire il rispetto delle leggi che regolano la nostra vita, come certamente molti di noi non avrebbero avuto il coraggio di fare».
Prima della consegna delle borse di studio, otto in tuto nell’ambito del progetto Cultura della Legalità, il generale Della Gala con il prefetto Sgaraglia ha donato la bandiera italiana al dirigente scolastico dell’Ic 5 Fabio Gallina.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma