Terni, incendio in azienda trattamento dei rifiuti: allarme diossina, il Comune chiude le scuole

Terni, incendio nell'ara industriale: paura per una nube nera, già chiuse alcune strade
4 Minuti di Lettura
Domenica 20 Febbraio 2022, 17:09 - Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 13:21

TERNI Nube nera sulla conca ternana. Un incendio è divampato nel pomeriggio di oggi, 20 febbraio, nell'area industriale di Terni. Le fiamme hanno interessato un'azienda che si occupa dello smaltimento dei rifiuti la Ferrocart in via Vanzetti.  Il rogo ha provocato una colonna di fumo nera  visibile a chilometri di distanza. Per verificare la situazione dell'incendio alla Ferrocart di Maratta e delle sue conseguenze a livello ambientale sono già all'opera i tecnici di Arpa Umbria. Sul posto l'assessore all'ambiente Benedetta Salvati, con i dirigenti e i responsabili comunali delle direzioni ambiente e polizia locale. In attesa di valutare l'opportunità di una specifica ordinanza la direzione ambiente consiglia di tenere chiuse le finestre nell'area circostante l'incendio.  Per le  operazioni di spegnimento alla Ferrocart, i vigili del fuoco fanno sapere che sono dieci i mezzi impegnati con circa 15 uomini, con squadre in appoggio anche da Amelia ed un autobotte da Orvieto. Il vento sta complicando le operazioni di spegnimento.

Sotto osservazione la diossina che si sarebbe sprigionata dal rogo con il Comune che ha emesso in serata un'ordinanza con alcuni divieti immediati.  

Con l’ordinanza si dispone tra l’altro la chiusura delle scuole per la giornata di domani lunedì 21 febbraio nel territorio comunale di Terni, tranne che a Casali di Papigno, Collestatte, Marmore e Piediluco. In particolare Arpa, in virtù del principio di precauzione e in attesa delle valutazioni sui dati di qualità dell’aria, ritiene opportuno al momento individuare un’area di raggio di 3 km dal luogo dell’incendio all’interno della quale dovranno essere rispettati alcuni divieti: divieto di raccolta e consumo di prodotti alimentari coltivati; divieto di raccolta e consumo di funghi epigei spontanei; divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile; divieto di utilizzo di foraggi e cereali destinati agli animali. Usl Umbria 2, stante la presenza di odore acre nella zona cittadina e vista la direzione mutevole del vento, considerati i tempi di spegnimento dell’incendio, ritiene necessario disporre in via precauzionale a tutela della salute pubblica la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e dei servizi educativi dell’infanzia di cui al d.lgs. 13 aprile 2017 n.65, pubbliche e private di tutto il territorio comunale, ad eccezione di quelle ubicate nei territori di Marmore, Casali di Papigno, Collestatte e Piediluco. Tale misura trova motivazione anche nel fatto che per rispetto delle procedure Covid le aule delle scuole devono essere frequentemente arieggiate. Usl Umbria 2 ritiene altresì che si debba ordinare alle aziende presenti in aree limitrofe alla zona dell’incendio (Strada Maratta Alta, Via Lessini, Via Capponi, Via Vanzetti, via Benucci, Via Fornaci, Via Euclide, Strada di Maratta Bassa fino all’intersezione con Strada la Selva, Via Casale, Via Angelini, Via Archimede e Via Corradi) di provvedere alla eventuale manutenzione straordinaria degli impianti di ventilazione meccanica con prelievo di aria dall’esterno.  Usl Umbria 2 ritiene necessario inoltre che i cittadini residenti nell’area individuata nel raggio di 3 km dall’incendio mantengano chiuse le finestre delle proprie abitazioni, limitando le uscite all’esterno se non per necessità.
Alla riunione d’urgenza di palazzo Spada per valutare le misure precauzionali da proporre al Sindaco tramite apposita Ordinanza contingibile ed urgente a tutela dalla salute pubblica hanno preso parte il Sindaco di Terni, Leonardo Latini; il Vice sindaco e Assessore all’Ambiente, Benedetta Salvati; l’assessore all’Istruzione, Cinzia Fabrizi; il Dirigente della Direzione Ambiente, Dott. Paolo Grigioni; il Direttore del Dipartimento Umbria Sud dell’ARPA Umbria, Ing. Francesco Longhi; l’Ing. Caterina Austeri, ARPA Umbria; il Dott. Amati Massimo e il Dott. Anulli Fabio per la USL Umbria 2 servizio igiene e sanità pubblica; per la Protezione Civile: Dott. Claudio Alberto Monzi - supporto tecnico Comune di Terni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA