Fotocamere e display, ma i nuovi smartphone non sorprendono: le novità dal MWC di Barcellona

Lunedì 26 Febbraio 2018 di Francesco Malfetano
Anche se ufficialmente il sipario sul Mobile World Congress 2018 si alza solo oggi (si chiuderà il primo marzo), sul più importante palcoscenico per i produttori di smartphone, tablet e device indossabili ieri si è già esibito il protagonista più atteso, Samsung. E se nella scorsa edizione l'assenza dell'azienda coreana aveva spianato la strada a Huawei, la situazione quest'anno è invertita: la casa cinese ha deciso di non presentare in Catalogna il P20, quello che dovrebbe essere il primo telefono con 3 fotocamere posteriori, rimandando tutto al 27 marzo, a Parigi.

Sugli stand della fiera non sono comunque attese novità sorprendenti: l'attenzione degli espositori si concentra infatti più che altro sul comparto fotografico e sul design degli schermi. Su quest'ultimo punto i protagonisti indiscussi del forum, Samsung Galaxy S9 e S9+(preordinabili a 899 e 999 euro), avevano poco da migliorare, mentre l'azienda coreana ha cercato di cancellare le polemiche che avevano accompagnato le fotocamere degli S8 con una camera capace di adattarsi alle diverse luminosità proprio come l'occhio umano, aumentando la nitidezza delle foto e diminuendo del 30% il rumore rispetto alla versione precedente. Interessanti sono poi il nuovo super slow-motion, capace di catturare video fino a 960 fps - vale a dire circa 4 volte in più del normale - e la traduzione simultanea di testi inquadrati attraverso l'obiettivo.

Sony risponde con l'Xperia XZ 2 e l'Xperia XZ 2 Compact, che oltre a incrementare la superficie dello schermo riducendo le cornici, hanno una fotocamera in grado di realizzare video in 4K o in super slow motion in Full Hd.
La cinese Xiaomi ha presentato il nuovo Mi Mix 2s, versione estrema dello smartphone borderless lanciato lo scorso settembre: il nuovo design e la scheda tecnica migliorata (è il primo telefono a montare il nuovo chip Snapdragon 845) serviranno a lanciare ufficialmente l'azienda in Europa. Dopo aver aperto uno store in Spagna, Xiaomi è infatti pronta a farsi strada anche in Italia. Una scelta commerciale che punta a rivoluzionare il mercato, al pari di quella di Zte, che a Barcellona presenta il primo smartphone pieghevole dotato di doppio schermo, un dispositivo che per il mercato italiano sarà commercializzato in esclusiva da Tim a 899. I due schermi lcd da 5,2 pollici consentono sia di utilizzare più app contemporaneamente che guardare video, magari in streaming, su un display esteso da 6,75 pollici.

MEDIA GAMMA
Ma a Barcellona non ci sono solo top di gamma. Lg ha presentato i nuovi K8 e K10: quest'ultimo, come i modelli più blasonati, punta sulla fotocamera posteriore da 13 megapixel, dotata di un particolare autofocus che velocizza le operazioni di messa a fuoco, e su quella frontale da 8 mp, che scatta selfie con il cosiddetto effetto Bokeh per sfuocare lo sfondo. Asus ha invece lanciato il nuovo Zenfone 5, un device che alle caratteristiche tecniche di prima fascia (4 fotocamere, due posteriori e due anteriori, display borderless a 18:9) unisce uno schermo di design con l'ormai conosciuto notch, la lunetta scura presente nella parte superiore del display introdotta da Apple con iPhone X. Motorola, invece, ha presentato la nuova serie Moto G6 con 3 dispositivi che puntano sul buon rapporto qualità-prezzo: sul retro anche in questo caso una dual camera con sensori da 12 e 5 mp. Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio, 13:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA