Sei Nazioni Femminile, nasce la prima Italia: domenica sfida in Galles per le conferme

Venerdì 31 Gennaio 2020 di Christian Marchetti
Il secondo posto, lo storico secondo posto di un anno fa, aiuta a portare il morale alle stelle. Ma non può essere sufficiente: diversi sono infatti gli avvicendamenti in rosa nonché i punti fermi costretti a popolare l'infermeria. Come sarà allora la nuova Italdonne di Andrea Di Giandomenico? Una prima risposta arriverà domenica, quando Elisa Giordano, capitana al posto dell'infortunata Furlan, e le altre debutteranno al Sei Nazioni 2020 contro il Galles all'Arms Park di Cardiff (ore 14 italiane, diretta tv Eurosport 1). Una sfida per sapere chi sono e a cosa ambiscono le azzurre, certo, ma anche per vendicare il pareggio dell'anno scorso a Lecce. Oltre a quel segno X vennero comunque tre vittorie e la sconfitta con l'imprendibile Inghilterra, anche quest'anno squadra da battere. Gli altri precedenti tra italiane e gallesi rendono la partita ancora più incerta e dicono sei successi per parte.

Intanto oggi, 31 gennaio, la squadra ha ufficialmente chiuso il raduno di Parma e Di Giandomenico ha annunciato la formazione. Estremo l'esordiente Ostuni Minuzzi; ali Magatti e Stefan; centri Sillari e Capomaggi. In mediana Rigoni e Barattin. In mischia, Giordano, Franco, Arrighetti; Duca e Fedrighi; Gai, Bettoni e Turani.
"Siamo consapevoli che i risultati del torneo 2019 hanno alzato le aspettative e spinto le nostre avversarie ad avere un'attenzione maggiore nei nostri confronti – le parole del ct aquilano – ma tutto ciò non influirà sui nostri obiettivi e rimarremo concentrati sulla prestazione cercando di innalzare la qualità del gioco. È vero che in passato, in Galles, ci siamo tolti delle soddisfazioni, tuttavia sappiamo che sarà una sfida impegnativa come lo fu lo scorso anno. Quella che avremo di fronte sarà una squadra solida soprattutto fra le avanti, con sprazzi di qualità poi fra le tre quarti. Il primo obiettivo, allora, sarà trovare immediatamente il ritmo giusto".

Questa la squadra scelta da Di Giandomenico:

15 Vittoria OSTUNI MINUZZI (Valsugana R. Padova, esordiente)
14 Maria MAGATTI (CUS Milano, 30 caps)
13 Michela SILLARI (Valsugana R. Padova, 53 caps)
12 Beatrice CAPOMAGGI (Unione R. Capitolina, 1 cap)
11 Sofia STEFAN (Valsugana R. Padova, 52 caps)
10 Beatrice RIGONI (Valsugana R. Padova, 39 caps)
9 Sara BARATTIN (Arredissima Villorba Rugby, 91 caps)
8 Elisa GIORDANO (Valsugana R. Padova, 39 caps) - Capitano
7 Giada FRANCO (Harlequins Ladies, Inghilterra, 13 caps)
6 Ilaria ARRIGHETTI (Rennes, Francia, 43 caps)
5 Giordana DUCA (Valsugana R. Padova, 14 caps)
4 Valeria FEDRIGHI (Stade Toulousain, Francia, 18 caps)
3 Lucia GAI (Valsugana R. Padova, 66 caps)
2 Melissa BETTONI (Rennes, Francia, 54 caps)
1 Silvia TURANI (HBS Colorno, 12 caps)

A disposizione:
16 Giulia CERATO (Valsugana R. Padova, 2 caps)
17 Erika SKOFCA (Valsugana R. Padova, esordiente)
18 Michela MERLO (Rugby Mantova, 5 caps)
19 Sara TOUNESI (HBS Colorno, 12 caps)
20 Lucia CAMMARANO (Rugby Belveneroverdi, 23 caps)
21 Francesca SGORBINI (HBS Colorno, 2 cap)
22 Laura PAGANINI (CUS Milano, 2 caps)
23 Benedetta MANCINI (Unione R. Capitolina, 1 cap) Ultimo aggiornamento: 17:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma