Francia-Irlanda è una finale, la Scozia chiede strada al Galles

La Francia chiama l'Irlanda (account Twitter Federugby francese)
di Christian Marchetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Febbraio 2022, 18:26 - Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio, 18:33

Francia-Irlanda è il big match del secondo turno del Sei Nazioni 2022, una sorta di "finale" che i tifosi di entrambe le nazionali stanno aspettando col fiato sospeso. La favorita al successo finale contro una schiacciasassi tutta muscoli ed esperienza, sfavorita tuttavia dal confronto in trasferta. Con una vittoria, i Bleus otterrebbero comunque un pezzo di quel trionfo che manca da 12 anni. Non che Galles-Scozia passi in secondo piano. Dopo il successo sugli odiati inglesi di una settimana fa, gli scozzesi veleggiano col vento dell'entusiasmo in poppa. Quello che fa accadere qualsiasi cosa, anche candidarsi a vincere il Sei Nazioni 23 anni dopo l'ultima volta, quando il torneo ancora rispondeva al nome di Cinque Nazioni.
Questa la classifica del torneo dopo il primo turno (tra parentesi la differenza punti): Francia (27) e Irlanda (22) 5; Scozia (3) 4; Inghilterra (-3) 1; Galles (-22) e Italia (-27) 0. 

Cardiff, sabato 12/2/2022, ore 15.15 (diretta Sky)
GALLES-SCOZIA
GALLES: 15 Liam Williams; 14 Alex Cuthbert, 13 Owen Watkin, 12 Nick Tompkins, 11 Louis Rees-Zammit; 10 Dan Biggar (c), 9 Tomos Williams; 8 Ross Moriarty, 7 Jac Morgan, 6 Taine Basham; 5 Adam Beard, 4 Will Rowlands; 3 Tomas Francis, 2 Ryan Elias, 1 Wyn Jones. All.: Wayne Pivac.
A disposizione: 16 Dewi Lake, 17 Gareth Thomas, 18 Dillon Lewis, 19 Seb Davies, 20 Aaron Wainwright, 21 Gareth Davies, 22 Callum Sheedy, 23 Jonathan Davies.
SCOZIA: 15 Stuart Hogg (c); 14 Darcy Graham, 13 Chris Harris, 12 Sione Tuipulotu, 11 Duhan Van der Merwe; 10 Finn Russell, 9 Ali Price; 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Sam Skinner; 5 Grant Gilchrist, 4 Jonny Gray; 3 WP Nel, 2 Stuart McInally, 1 Pierre Schoeman. All.: Gregor Townsend.
A disposizione: 16 George Turner, 17 Rory Sutherland, 18 Zander Fagerson, 19 Magnus Bradbury, 20 Rory Darge, 21 Ben White, 22 Blair Kinghorn, 23 Cameron Redpath.
Arbitro: Nic Berry (Australia).

La Scozia non vince in Galles da vent'anni ed è convinto che questa potrebbe essere la volta buona, anche considerando l'infermeria al collasso dei Dragoni. Questi ultimi, tuttavia, si affidano alle invenzioni di Biggar, alla sua centesima apparizione con la maglia rossa. Senza dimenticare il flanker Basham, il migliore contro l'Irlanda non foss'altro per la meta segnata. Un mediano d'apertura, Russell, e un terza linea, Fagerson, da citare anche nella Scozia: assieme a Hogg sono stati tra i protagonisti (di Russell il piazzato decisivo) contro l'Inghilterra.    

Parigi, sabato 12/2/2022, ore 17.45 (diretta Sky)
FRANCIA-IRLANDA
FRANCIA: 15 Melvyn Jaminet; 14 Damian Penaud, 13 Gael Fickou, 12 Yoram Moefana, 11 Gabin Villiere; 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont (c); 8 Gregory Alldritt, 7 Francois Cros, 6 Anthony Jelonch; 5 Paul Willemse, 4 Cameron Woki; 3 Uini Atonio, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille. All.: Fabien Galthié.
A disposizione: 16 Peato Mauvaka, 17 Jean-Baptiste Gros, 18 Demba Bamba, 19 Romain Taofifenua, 20 Thibaud Flament, 21 Dylan Cretin, 22 Maxime Lucu, 23 Thomas Ramos.
IRLANDA: 15 Hugo Keenan; 14 Andrew Conway, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Mack Hansen; 10 Joey Carbery, 9 Jamison Gibson-Park; 8 Jack Conan, 7 Josh Van der Flier, 6 Caelan Doris; 5 James Ryan (c), 4 Tadhg Beirne; 3 Tadhg Furlong, 2 Ronan Kelleher, 1 Andrew Porter. All.: Andy Farrell.
A disposizione: 16 Dan Sheehan, 17 Cian Healy, 18 Finlay Bealham, 19 Iain Henderson, 20 Peter O’Mahony, 21 Conor Murray, 22 Jack Carty, 23 Robbie Henshaw.
Arbitro: Angus Gardner (Australia).

Allo Stade de France sono attesi 80.000 spettatori e il giocatore di cui più si parla è anche il grande assente per infortunio: l'apertura irlandese Sexton, l'uomo più importante quando la partita rischia di scivolare via dalle mani degli Irish. Una mancanza fondamentale che i francesi proveranno a sfruttare, sebbene in settimana le critiche non siano mancate: la prestazione contro l'Italia è stata tutto fuorché perfetta. L'attenzione, ovviamente, è allora sulle due mediane: da una parte il capitano dei Bleus Antoine Dupont, miglior rugbista al mondo 2021; dall'altra Joey Carbery, appunto il vice-Sexton. Ma nemmeno James Ryan, che prende i gradi di capitano, vive una vigilia serena. La Francia ha vinto gli ultimi due confronti diretti al Sei Nazioni.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA