Vettel: «Spero di essere la preda da inseguire», Hamilton: «Ferrari davanti»

Giovedì 14 Marzo 2019
Gp d'Australia, i piloti in conferenza: da sinistra Hamilton, Ricciardo e Vettel

Sebastian Vettel non nasconde la “forza” della nuova Ferrari. Lewis Hamilton, non senza un po' di strategia, nemmeno. Parlano i piloti e il sipario sul mondiale di Formula Uno si alza ufficialmente a Melbourne, dove domenica si correrà il primo Gp della stagione. «Adesso siamo più pronti e spero presto di essere “preda”, perché vorrà dire che saremo davanti», attacca il tedesco che non fatica a dirsi «ottimista, perché i test a Barcellona sono andati bene». «Siamo preparati e penso si possa solo migliorare da qui in avanti. All'inizio della stagione c'è sempre un po' di nervosismo, perché dobbiamo capire dove siamo - le parole in conferenza del ferrarista -. Il cambio del regolamento? Nei test non si seguono le altre macchine, non so dove sono, ma non credo ci sia una grossa differenza».

Hamilton, come sua abitudine a inizio stagione, chiama fuori la Mercedes da ogni discorso legato alla conquista del titolo mondiale e chiarisce subito che «la Ferrari è avanti, ma nel mio team c'è un'energia che è fonte d'ispirazione. Dobbiamo lavorare ancora molto». «Come tutti - ha aggiunto il campione del mondo in carica - dopo i test, si analizza quanto è successo, cercando di essere attenti a quello che abbiamo fatto. Macchina nuova, pezzi aggiornati. Sarà così per tutti gli altri e sarà interessante capire la situazione di tutti. Non ci siamo persi in sciocchezze nei test, perché avevamo e abbiamo lavoro da fare».

E poi ci sono loro, il debuttante Charles Leclerc e il rientrante di lusso Robert Kubica. «Non vedo l'ora di scendere in pista, per scoprire il nostro vero valore e per crescere» dice il giovane monegasco scelto da Maranello. «Sono felice di tornare. È passato tanto tempo, sono stato a lungo fermo, ma speravo in un giorno come questo», rilancia il polacco della Williams. Le emozioni più forti saranno tutte per loro.

Ultimo aggiornamento: 13:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Gli strapperei le braccia»: Dessì e la cura al malaffare

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma