Milinkovic perno centrale, Strakosha evita il tracollo

Domenica 20 Ottobre 2019 di Alberto Abbate
Per più di un’ora è un tiro al bersaglio, l’Atalanta fa il bello e il cattivo tempo, tre gol e torello. Poi però la Lazio ci mette il cuore e ha un conato d’orgoglio. Così Immobile con due rigori e Correa all’incrocio riacciuffano il pareggio. 
STRAKOSHA 7
E’ lui a tenere in gara la Lazio. Salva subito col piede da un metro su Pasalic. E’ strepitoso anche su una punizione di Marinovskyi. Evita il quarto gol su Gomez nel finale. Salvatore. 
LUIZ FELIPE 5
Molla Muriel di continuo. Alla terza occasione viene punito perché lo marca malissimo da dietro. Non azzecca un passaggio né un lancio. Salva però nel finale il pareggio. Deleterio. 
ACERBI 6
Anticipa con esperienza, ma non può fare per tre in difesa. Quando esce alto a prendere Gomez, passa ovunque l’Atalanta. Disperato. 
RADU 5,5
Anche per lui l’età si fa sentire. Annaspa e viene travolto dalle folate orobiche. Ansiano. 
MARUSIC 4,5
Sbaglia passaggi, non fermai mai Gosens e fa partire contropiedi. Prende il giallo e finisce negli spogliatoi. Bocciato.
MILINKOVIC 6,5
Dall’inizio gioca da solo nel deserto, poi regala filtranti preziosi nel secondo tempo. Come quello per il rigore decisivo. Ammirevole. 
PAROLO 4
E’ un disastro totale, gira a vuoto. Non riesce a fare interdizione in regia, è colpevole nei primi due gol dell’Atalanta. Vecchietto. 
LUIS ALBERTO 5
Sparisce ogni volta che il ritmo si alza, poi si sveglia e regala la palla del terzo gol all’Atalanta. Fa paura a Gollini una sola volta dalla distanza. Fantasma. 
LULIC 6
Ci mette il cuore, ma non può bastare. Corre verso il fondo, ma gli riesce appena un cross. Nella ripresa è sfinito ma resta in campo. Molleggiato. 
CORREA 6,5
Per un tempo dribbla a vuoto. Non va incontro al pallone, non riesce a far salire la squadra. Si sveglia e calcia prima in Curva, poi si sblocca all’incrocio nella ripresa. Peccato si divori un’altra rete di testa. Fumoso. 
IMMOBILE 7,5
Gli si possono perdonare certi errori (3) sotto porta, quando fai di tutto per la squadra. Si conquista due rigori e li trasforma. Anche un assist perfetto non sfruttato da Correa di testa. Trascinatore. 
CATALDI 7
Per fortuna fa dimenticare Parolo, regala dinamismo. Copre e anticipa col veleno. Decisivo. 
PATRIC 6,5
Si propone, sfonda con irruenza. Peccato calci sempre spalle alla porta. Voglioso. 
CAICEDO 6
Riconquista il pallone che porta al 3 a 3. Guerriero. 
INZAGHI 6
Per 60’ non trasmette nulla ai suoi, poi è decisivo coi cambi. Quelli invocati da Lotito, che non gli ha dato una mano con le dichiarazioni. Delegittimato. 
ROCCHI 6
Si perde qualche fallo, ma nessun episodio cruciale. Giusti i rigori (per il pestone di Palomino e l’atterramento da parte di De Roon) fischiati a Immobile. Attento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma