Montespaccato vola con Gambale:
«Sarà lotta con Tivoli fino alla fine»

Martedì 4 Febbraio 2020 di Federico Feliciello
Diego Gambale (foto TOPINI)
È il momento del Montespaccato e di Diego Gambale. Il centravanti classe 1998 stato determinante per la compagine di Fabrizio Ferrazzoli nell’ultima sfida di campionato, quel derby di campionato contro l’Ottavia stravinto per 6-1, e grazie al quale il Montespaccato si è portato in vetta insieme al Tivoli, che ha battuto l’ormai ex capolista, il Real Monterotondo Scalo. Gambale ha commentato l’importanza del successo che ha proiettato al vertice la squadra di Ferazzoli: «Il risultato è stato il segnale del grande momento di forma che stiamo attraversando, perché l’Ottavia si è rinforzata molto durate il mercato invernale e viene da un’ottima striscia di vittorie consecutive, e quindi ci sono più i meriti nostri che i demeriti loro. In questo periodo non stiamo sbagliando nulla, siamo carichi e determinati, ogni giorno ci mettiamo tutto l’impegno e il sacrificio possibile per dire la nostra lì in alto. Ci tenevamo particolarmente a fare punti e a cavalcare l’onda di risultati positivi perché vogliamo giocarcela con il Tivoli». Riguardo il poker Gambale non si scompone: «Per un attaccante fa sempre piacere segnare, soprattutto se ne segna 4 in una gara visto che non capita tutte le domeniche. Sono felice per questi gol ma è più importante il contributo che sto dando alla squadra il cui valore ogni giornata è sempre più evidente».

Il Montespaccato dopo 21 giornate guarda tutti dall’altro. Un primato meritato per quanto dimostrato e per i numeri effettuati (con 56 gol il migliore attacco dell’Eccellenza Laziale), e domenica prossima questo primato sarà messo in discussione al “Don Pino Puglisi”, proprio in quella che potrà essere la sfida dell’anno contro l’altra capolista Tivoli. «Prepareremo questa partita come ogni settimana – dichiara Gambale - Sicuramente dovremo stare più attenti e concentrati per il peso che rappresenta questa sfida, ma non dobbiamo viverla con tanta pressione. Siamo consapevoli che il Tivoli è una grande squadra, attrezzata per vincere, e dopo il cambio di allenatore non sta sbagliando un colpo ed è sempre più lanciata verso la vetta. Quello di cui sono certo è che ci sarà grande spettacolo domenica». Gambale è convinto che il duello con i tiburtini continuerà anche dopo il match di domenica a prescindere dal risultato: «Spero di giocarmi il campionato fino all’ultima giornata e il primo posto ce la giocheremo contro la Tivoli, che è la formazione più forte, perché  il Real Monterotondo qualora vincesse la Coppa Italia non riuscirà a gestire tutti la doppia competizione. Il Montespaccato non era partito con questo obiettivo ad inizio stagione, ma è adesso che siamo lì vogliamo giocarci le nostre carte. La promozione in serie D sarebbe il coronamento di un sogno»
.
In estate Gambale è stato preso per sostituire Aimone Calì, autore di oltre 60 gol in due stagioni e approdato nei professionisti. Il presidente Massimiliano Monnanni ha creduto fortemente nelle qualità del centravanti Ex Boreale e di fatto Gambale non sta facendo rimpiangere il “Duca del gol”. «Le sensazioni adesso sono molto positive – commenta l’attaccante classe ’98 - Ho sempre avuto fiducia in me stesso e nei miei mezzi. 19 gol in 21 partite è un ottimo bottino e visto che ne mancano ancora 13 alla fine spero di segnarne ancora di più. In molti all’inizio erano titubanti sul mio conto e sul fatto che non sarei stato in grado di sostituire Calì. Però i cavalli si vedono all’arrivo e sono felice che quei dubbiosi si stiano ricredendo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma