Cska Mosca-Roma, le pagelle: Kluivert, che stoffa

Giovedì 8 Novembre 2018 di Alessandro Angeloni
1
OLSEN 6
La palla spesso lo sfiora, quando invece gli arriva in porta è sempre attento e ben posizionato, non deve mai esibirsi in parate luccicanti. Ordinario. Migliora la gestione del pallone con i piedi. I difensori gli urlano poco addosso, e lo cercano con i retropassaggi, e questo è un buon segno. 
SANTON 5
Stecca l’anticipo in occasione del pari del Cska. Unico, pesante, errore in una prestazione che stava andando verso la sufficienza. Un dato: con lui in campo da titolare, la Roma ne ha vinte cinque e ne ha pareggiata una.
MANOLAS 8
Pone rimedio a errori suoi e di altri, segna anche un gol che sblocca la partita e porta la Roma in cielo. Non può nulla sul pareggio russo di Sigurdsson.
FAZIO 6
È lui a prendersi la responsabilità di portare su qualche pallone. Lui stesso avanza e sfiora il gol. Impreciso, indeciso su qualche chiusura.
KOLAROV 6
Petto in fuori, palla lunga e riduce al minimo le amnesie difensive. Meno accelerazioni, più esperienza. 
NZONZI 7
Domina col fisico e la qualità, è ovunque e vicino a tutti. Il suo dirimpettaio Akhmetov è giocatore di qualità, che spesso lo mette sulla difensiva. A volte va in bambola ma non solo lui.
CRISTANTE 6
Corre e spesso va dentro. Non sempre con continuità. Un suo tiro svirgolato diventa un assist per Pellegrini. Almeno la fortuna gira bene e verso di lui, stavolta.
FLORENZI 5,5
Si emoziona e inciampa davanti a Akinfeev proprio sul più bello. Sfiora il gol nella ripresa con un tiro dalla distanza. Non precisissimo nel primo tempo quando è chiamato a qualche rincorsa e ripartenza. Sbanda.
PELLEGRINI 7,5
Batte benissimo le punizioni a “due” e segna una rete importantissima. Sembrava un pesce fuor d’acqua un mese fa, ora è tutto cambiato. Domina. Pecca un po’ quando c’è da soffrire, non aiutando molto. Questione di fisico, anche.
KLUIVERT 7
Manda in porta prima Florenzi e poi due volte Dzeko. Meno serpentine e più sostanza, anche se qualche volta esagera nelle effusioni con il pallone. Procura con una giocata in velocità l’espulsione di Magnusson. Prestazione, stavolta, all’altezza. Esce per sfinimento. 
DZEKO 5,5
Rodrigo Becao è un mastino brutto e cattivo, Edin non fa nulla per evitare scontri fisici e verbali. Occasioni che gli fanno perdere lucidità, vedi un paio di palloni in area che poteva sfruttare meglio. A volte è molle. Precisa e illuminante la palla smarcante per Kluivert, che però viene abbattuto al limite dell’area. 
UNDER NG
Va a sinistra, dove non si trova un granché. 
ZANIOLO NG
Entra con la testa giusta e porta nella squadra una buona dose di qualità. Ha pure la palla del tre a uno, ma sbaglia per egoismo. 
JUAN JESUS NG
Gli ultimi minuti dentro al posto di Florenzi. Voglia di arroccarsi un po’.
DI FRANCESCO 6,5
Bene, stavolta, l’approccio, non benissimo la gestione del pallone e del primo vantaggio. La forza di tornare in vantaggio c’è e si vede, ma la squadra in dieci, forse, era in grado di soffrire di meno. Il risultato è talmente importante che tappa qualche falla, probabilmente strutturale. La qualificazione è vicina, la sua Roma torna a vincere in trasferta dopo un anno. L’ultima con il Qarabag. Ultimo aggiornamento: 09:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma e i turisti ignoranti

di Pietro Piovani