Giro d'Italia, Nibali: «Oggi Roglic ha collaborato, ma ieri mi ha fatto girare i "cabasisi"»

Sabato 25 Maggio 2019
Da buon siciliano, la citazione del commissario Salvo Montalbano, nato dalla fantasia di Andrea Camilleri, è doverosa: «Oggi Roglic ha collaborato, ma ieri mi ha fatto girare i 'cabasisì». Vincenzo Nibali riesce perfino a sciogliersi in una risata, dopo il traguardo di Courmayeur e al termine di una tappa corta, ma estremamente dura. Lo chiamano ciclismo 2.0: tante salite accorpate in poche decine di km. E Nibali si adegua, attaccando in ogni dove. Questione di fantasia. A vincere la tappa, e a vestirsi di rosa, però, è Richard Carapaz, il corridore venuto dall'Ecuador per rimodulare gli equilibri mondiali del ciclismo. Impresa riuscita. È il primo del proprio Paese in maglia rosa. «Mi sembra ieri che ero un bambino in Ecuador, ora sono qui in maglia rosa. Questo per me è un sogno che diventa realtà», le parole del corridore che somiglia molto a Domenico Pozzovivo, ma viaggia a velocità doppia rispetto al lucano.

«
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma