SANREMO 2020

Sanremo 2020, Giordana Angi nei panni di Mia Martini con "La nevicata del 56": stesso look anni '90 - Il testo

Venerdì 7 Febbraio 2020 di Ida Di Grazia
Sanremo 2020, Giordana Angi nei panni di Mia Martini con

Sanremo 2020, Giordana Angi nei panni di Mia Martini con "La nevicata del 56". Per la terza serata del Festival dedicata alle cover che abbiamo seguito in diretta minuto per minuto su Leggo.it, Giordana Angi sceglie una delle canzoni più belle del Festival e punta tutto su Mia Martini, anche nel look. 

Leggi anche > Sanremo 2020: Georgina Rodriguez balla un tango sexy, poi il bacio con Cristiano Ronaldo. «Bellissimi» 

Il rapporto che Giordana Angi ha con Mia Martini va al di là della semplice ammirazione. Durante la scorsa edizione di Amici 18, Giordana ha spesso presentato brani della Martini ricevendo i complimenti e la benedizione direttamente da Loredana Bertè. L'ex concorrente di Amici con Solis string quartet ha portato sul palco dell'Ariston “La nevicata del ‘56”, brano che la Martini portò al Festival nel 1990. «Alla Bertè voglio un bene immenso - aveva detto Giordana in una recente intervista - la riempio di baci, lei di regali. È molto affettuosa. Mi ha donato degli orecchini a forma di luna perché la luna, dice, è sua sorella e io gliela ricordo. E in effetti abbiamo un rapporto da sorelle». E durante la terza serata del Festival di Sanremo 2020 dedicata alle Cover Giordana non solo ha cantato una canzone della Martini - La Nevicata del 56 (Sanremo 1990) che valse alla Martini per la terza volta il premio della critica - ma ne ha "copiato" anche il look. Sul palco dell'Ariston è arrivata con un completo blu e bianco molto molto simile a quello presentato dalla Martini a Sanremo 1992 quando cantò la bellissima "Gli uomini non cambiano". Con questa canzone la Martini partecipa al 42º Festival di Sanremo, dove si piazza al secondo posto nella classifica finale.

Il testo de “La nevicata del ‘56”

Ti ricordi una volta

Si sentiva soltanto il rumore del fiume la sera

Ti ricordi lo spazio

I chilometri interi

Automobili poche allora

Le canzoni alla radio

Le partite allo stadio

Sulle spalle di mio padre

La fontana cantava

E quell'aria era chiara

Dimmi che era così

C'era pure la giostra

Sotto casa nostra e la musica che suonava

Io bambina sognavo un vestito da sera

Con tremila sottane

Tu la donna che già lo portava

C'era sempre un gran sole

E la notte era bella com'eri tu

E c'era pure la luna molto meglio di adesso

Molto più di così

Com'è, com'è, com'è

Che c'era posto pure per le favole?

E un vetro che riluccica

Sembrava l'America

E chi l'ha vista mai?

E zitta e zitta poi

La nevicata del '56

Roma era tutta candida

Tutta pulita e lucida

Tu mi dici di sì

L'hai più vista così?

Che tempi quelli

Na na, na na, na na

E Roma era tutta candida

Tutta pulita e lucida

Tu mi dici di sì

L'hai più vista così?

Che tempi quelli

Ultimo aggiornamento: 01:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA