Pino Insegno e Ciufoli, vizi e virtù da mettere a nudo

Mercoledì 13 Febbraio 2019 di Lucilla Quaglia

Ogni lunedì salgono dalla Sicilia, dove sono in tournée, per offrire al pubblico romano un nuovo, imperdibile appuntamento, al Salone Margherita: “Full Monday – Due comici a nudo”. Parafrasando il celebre film britannico, Pino Insegno e Roberto Ciufoli calcano di nuovo insieme il palcoscenico in uno spettacolo esilarante ed unico, da loro scritto, diretto e interpretato. E la cosa non passa certo inosservata tra amici, colleghi e fan. Gli applausi arrivano dalla sorridente attrice Vittoria Schisano, dalla rossa chioma, in lungo cappotto nero che nasconde una scura mise di raso scuro: il tutto su alti sandali estivi. Si diverte accanto all’amico Donato Scardi. Gioca invece con l’obiettivo la conduttrice Myriam Fecchi, in mini dress di velluto nero su lunghi capelli sciolti. 

E tutti gli sguardi sono per l’attrice Cristina Pensiero, che sorprende i presenti per via della mini di pizzo nero su corpetto fantasia e lunghi stivali neri al ginocchio: ma anche la borsa non delude certo, con tracolla e losanghe multicolori. Tra il bar e il foyer si attende l’inizio dello spettacolo in cui i due travolgenti attori, in una veste completamente inedita e sulla falsariga del noto musical britannico “Full Monty”, mettono a nudo, in un continuo e divertente botta e risposta, i vizi e le virtù l’uno dell’altro e non solo. Volti noti di cinema, sport e televisione, cari amici del duo, si uniscono di solito a sorpresa per raccontare i loro segreti mai svelati e il pubblico non sta solo a guardare ma viene coinvolto nelle gag irresistibili dei due comici. Una formula che ha incuriosito anche Pier Francesco Pingitore, che di questo posto è l’indiscusso principale autore, e tanti altri amici che tra poltroncine dello stabile non riescono proprio a rimanere seri. Ad applaudire i due mattatori sono apparsi in questi giorni anche Simona Borioni, Jimmy Ghione e Pino Ammendola. 

Nel frattempo che ai piani alti viene servita, come si usa da queste parti, la golosa cena mediterranea, si commenta il cartello della commedia: i due protagonisti, nudi, coperti solo dallo striscione con il titolo dell’opera. Un altro modo per dimostrare le loro incredibili capacità e la grande voglia di provocazione. Idea che ha fatto decisamente centro. Del resto l’appuntamento del lunedì, unico nell’agenda settimanale dello spettacolo, è destinato a diventare un cult: perché non c’è niente di meglio che iniziare la settimana sorridendo. Lunga fila davanti ai camerini, a fine spettacolo, a conferma della bontà del testo. E poi tutti a brindare in attesa di un nuovo successo. 

Ultimo aggiornamento: 11:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma