Addio a Giorgio Faletti, campione di versatilità. Se ne va a 63 anni

Venerdì 4 Luglio 2014
19
Giorgio Faletti

Addio a Giorgio Faletti. Il comico, attore, cantante e scrittore è morto oggi a 63 anni. Faletti, da tempo malato era ricoverato, da giorni all'Ospedale Molinette di Torino e aveva annullato tutti gli impegni perché non stava bene.

Personaggio televisivo e scrittore, autore di best seller, Faletti era nato ad Asti il 25 novembre 1950. Dopo un inizio come cabarettista al Derby di Milano negli anni settanta, diventa famoso a metà degli anni Ottanta con il programma di Antonio Ricci Drive In, dove spopola soprattutto il suo personaggio Vito Catozzo.

Artista dai tanti volti, Faletti ha però conosciuto il successo in vari ambiti artistici: dalla tv per tutti, alla scrittura, alla musica come cantante e autore, fino al cinema impegnato. Cabarettista di fama in tv, ha fatto ridere il grande pubblico a Drive in, e poi quello della prima serata del sabato in un Fantastico (era il 1990) con Pippo Baudo, Marisa Laurito e Jovanotti.

Intanto, laureato in Giurisprudenza, coltiva anche la passione per la musica pubblicando nel 1988 pubblica il primo mini-album Colletti bianchi, colonna sonora del telefilm omonimo che lo vede fra i protagonisti.

Nel 1991 - ricorda Wikipedia - il suo secondo disco, Disperato ma non serio. Nel 1992 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo in coppia con Orietta Berti con la canzone Rumba di Tango. Torna al Festival nel '94 e si classifica al secondo posto con la canzone Signor tenente ispirata alle stragi di Capàci e di via D'Ameli.

Nella seconda parte della sua carriera artistica, dopo essere stato comico e cantante, Faletti stupisce tutti e diventa scrittore di best seller. Prima pubblica il libro Porco mondo che ciò sotto i piedi, dove narra le gesta di Vito Catozzo. Poi nel 2002 il grande successo con il suo primo thriller, Io uccido, che a sorprsa vende più di quattro milioni di copie. Nel 2004 esce il secondo romanzo Niente di vero tranne gli occhi, che vende altre tre milioni e mezzo di copie.

Nell'ottobre 2006 pubblica Fuori da un evidente destino, ambientato in Arizona e in cui tra i protagonisti vi sono gli indiani Navajos, ai quali il romanzo è dedicato.

Nel 2009 esce Io sono Dio, nel 2010 Appunti di un venditore di donne, primo romanzo dello scrittore ambientato in Italia, e nel 2011 Tre atti e due tempi, storia ambientata nel mondo del calcio.

Faletti sarà anche attore impegnato, in Baaria di Tornatore e nel film Il sorteggio di Giacomo Campiotti. Ma molti lo ricordano anche nel ruolo di professore cattivo in Notte prima degli esami di Fausto Brizzi.

Faletti negli ultimi anni della sua vita trascorreva molto tempo nella sua casa di Capoliveri, all'isola d'Elba, a cui ha dedicato una canzone.

Ultimo aggiornamento: 7 Luglio, 12:20

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani