Al Forte Prenestino torna “Enotica”, la manifestazione più afrodisiaca dell’anno

Venerdì 18 Marzo 2016 di Sabrina Quartieri

Dalla miracolosa crema enorotica ai piccantissimi dolci al Sangiovese del fornaio dell’amore, dai formaggi sardi alle tantissime bottiglie di vino naturale, e ancora, dalle cene al buio agli spettacoli di burlesque: sono questi gli ingredienti di “Enotica", la festa della Capitale che anticipa la primavera e celebra l’immortale connubio tra Bacco ed Eros. Già dalle prime ore di oggi, primo giorno del Festival del vino e della sensualità, i romani non si sono fatti attendere all’ingresso del Forte Prenestino, una suggestiva location che in occasione della VI edizione di “Enotica", in programma fino a domenica 20 marzo, si sta trasformando in un moderno baccanale ad alto tasso afrodisiaco. 


Le cento celle dei sotterranei di via Federico Delpino intanto, sono già pronte a ricevere i tantissimi visitatori, che nelle passate edizioni sono riusciti a stento a raggiungere il lunghissimo corridoio votato a Bacco, vista l’esagerata affluenza registrata (oltre 9mila presenze nel 2015). Già in fermento, i vignaioli provenienti da tutta Italia e dalla Francia intanto, stanno stappando le prime bottiglie per dare luogo ad un percorso sensoriale d’eccezione, ricco di sensazioni inebrianti. Grande protagonista della manifestazione assieme ai vini “critici” e al cibo biologico, sarà l’immancabile fornaio dell’amore. Anarchico della Romagna e sovversivo del gusto, Daniele Marziali è arrivato al Forte per deliziare i suoi ospiti con creazioni golose da bere, da mordere e da leccare: dal Bustreng al Sangiovese alla crema enorotica a base di vino, cioccolato e nocciole, fino al biscotto ai profumi tra pepe e timut.

Perché “Enotica" è una continua tentazione, capace di stupire ad ogni sorso e ad ogni boccone: l’attesissima kermesse della Capitale, ideata dall'anarcoenologo Luigi Veronelli, è l’icona simbolo di storie che sanno di buono legate alla terra e ai suoi prodotti, e ancora del sorriso di due amanti che si baciano in un angolo e che danzano in un vortice di emozioni, con la vista annebbiata e il cuore accelerato. Ma il festival è anche il fragore di migliaia di bottiglie stappate, risate urlate e farfalle nello stomaco. “Enotica e’ gioia di vivere oltre la crisi - spiega la portavoce Chiara Crupi - oltre le convezioni di una società disciplinata dalla logica dello sfruttamento e dell’appiattimento individuale e sensoriale”. Uno spazio di convivialità, dove, tra un bicchiere di vino e l’altro, verranno serviti a dovere spogliarelli di burlesque, acrobazie, giocolerie, spettacoli di danza, e tanta buona musica. 
 
Con un’alchimia che inebria, unisce ed avvicina, la kermesse fino a domenica propone concerti, mostre ed esibizioni, oltre ai prodotti di ben 90 tra vignaioli e contadini autentici, appassionati testimoni sia del “vino Critico” (anche quest'anno si potrà votare quello più “enotico”), rigorosamente naturale, di provenienza certificata e che non specula sul prezzo, che anche della produzione biologica. Per assaggiare le prelibatezze di TerraTerra, Genuino Clandestino e altre realtà contadine, durante “Enotica” saranno presenti degli spazi dedicati nelle piazze del Forte (venerdì 18 dalle ore 17, sabato 19 dalle ore 13 e domenica 20 dalle ore 12). Da non perdere domenica, dall’alba al tramonto, il Mercato TerraTerra. 
 


IL PROGRAMMA

Oggi, venerdì 18 marzo, la degustazione dei vini continua fino alle ore 22. Se fino alle ore 21 è previsto un dj set, subito dopo, alle ore 21.30, la sala concerti ospiterà Renzo Forte e Pepa Lopez de Leon per uno spettacolo musicale tragicomico, dal titolo “Canzoni sull'orlo di una crisi...di nervi”. Alle ore 22.30 la piazza a sinistra si animerà con EstEstEst e l’esibizione di giovani funamboli delle scale musicali. Artisti pronti a farvi “zompare” a suon di fisarmonica, clarinetto, mandolino, basso e batteria. Nella stessa location, la giornata si chiude con il concerto “El Son del barrio” e i ritmi della cumbia, reggae, hip hop e ragamuffin, e con il live di Briganti Sabini, ispirato alla libertà e all’anticonformismo del "brigante" dei nostri giorni. 

Domani, sabato 19 marzo, tornano le degustazioni di vini dalle ore 15 alle ore 21, accompagnate da un dj set fino alle ore 20. Ad aprire gli spettacoli alle ore 21,30 sarà l’attesissimo show di burlesque di Bibidi Bobidi Burlesque presso il teatro del Forte. Poi, per tutta la serata, si alterneranno tre concerti sulla piazza sinistra: si parte con i Drifting Mines, che alle ore 22,30 metteranno in scena un rituale woodoo a ritmo di musica; si continua con il rock, le acconciature e la brillantina della Female Trouble Band e si chiude con due ore di divertimento allo stato puro grazie al live di Four Vegas e al suo repertorio, dal twist al rock’n’roll, fino alle ballate country. Domenica 20 marzo, ultimo giorno di “Enotica”, si ripropone la degustazione di vini dalle ore 14 alle ore 20, e si va avanti con il concerto Suanobar alle ore 18 e con un ultimo spettacolo di cabaret circense, tra acrobazie e divertimento, in programma alle ore 19. Per informazioni: info@enotica.net; www.enotica.net; ingresso: 5 euro; domenica sottoscrizione libera fino alle ore 14. Dalle ore 14 in poi, la sottoscrizione è di 3 euro. Presso C.s.o.a Forte Prenestino, via F. Delpino, Roma.

Ultimo aggiornamento: 20 Marzo, 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani