Concerti a Roma fino all'8 maggio: Alice canta Battiato, Cammariere con orchestra, Samuele Bersani con il nuovo disco. Poi rock, jazz, blues e tanti altri protagonisti...

alice
di Fabrizio Zampa
16 Minuti di Lettura
Domenica 1 Maggio 2022, 18:36 - Ultimo aggiornamento: 18:45

LUNEDI’ 2 MAGGIO

Jazz/All’Alex il Monday Night Show di Lino Patruno

Come ogni primo lunedì del mese torna il Monday Jazz Show del banjoista, chitarrista e bandleader Lino Patruno, che ripercorre la storia del dixieland e del jazz tradizionale con la sua band, fedele al jazz di Chicago e di New York dagli anni '20 agli anni '60 e allo stile degli All Stars di Eddie Condon. Con lui, che racconta con dettagli e tante informazioni la lunga avventura del jazz degli esordi, suonano Gianluca Galvani alla cornetta, la vocalist e pianista Silvia Manco, Guido Giacomini al contrabbasso, Riccardo Colasante alla batteria e il vocalist Clive Riche.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, ore 21

 

MARTEDI’ 3 MAGGIO

Jazz/Alla Casa un incontro con il trombonista Giancarlo Schiaffini

Un invitante incontro speciale vi aspetta: é con Giancarlo Schiaffini, compositore, trombonista e tubista che ha partecipato alle prime esperienze di free-jazz in Italia negli anni ’60. In quel periodo ha cominciato la sua attività di compositore e musicista nel campo della musica contemporanea e del jazz. Schiaffini ha studiato con compositori come Karlheinz Stockhausen e György Ligeti e ha lavorato con John Cage, Giacinto Scelsi, Luciano Berio e Luigi Nono, Nel corso della serata verrà anche presentato il suo nuovo libro “Una generazione fortunata”.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Jazz/All’Alexanderplatz il New Quartet di Rocco Zifarelli

Il chitarrista Rocco Zifarelli, pugliese di Cisternino, 55 anni, dal 1985 ha partecipato a numerosi seminari con musicisti come John Scofield, Pat Metheny, Joe Diorio, Bill Frisell, Jennifer Batten, Scott Henderson, Steve Vai, ha suonato per anni con Ennio Morricone, ha collaborato con Giorgia, Renato Zero, Ivano Fossati, Adriano Celentano, Cristiano De Andrè, Dulce Pontes, Stefano Di Battista, Antonello Salis, Linley Marthe, Hadrien Feraud, Paco Sery, Dominique Di Piazza, Jeff Berlin, Danny Gottlieb, Roberto Gatto, Pippo Matino. E stasera è live con il suo nuovo quartetto, che vede sul palco Pierpaolo Bisogno (vibrafono, percussioni), Roberto Pistolesi (batteria) e Dario Deidda (contrabbasso). Ospite della serata il trombettista Matteo Cutello.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, ore 21

Jazz/Gli Harlem Foxtrotters, anni 20’ e ‘30 all’Elegance

Gli Harlem Foxtrotters prendono il nome dalla dicitura fox-trot che un secolo fa appariva sui primi dischi di jazz: a riproporre il repertorio degli anni ‘20 e dei primi anni ‘30, quando il jazz si faceva con il banjo, pensano Guido Giacomini (banjo e voce), Piercarlo Salvia (sassofoni e clarinetto), Carlo Ficini (trombone) e Danilo Bigioni (contrabbasso), il tutto con grande attenzione per il sound e le atmosfere di quei lontani tempi.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21,30

Blues/Andy’s Corner al Charity Cafè

Andrea Angelini, in arte Andy’s Corner, presenta come tutti i martedì il suo progetto solista acustico per voce, chitarra e armonica: un viaggio nella migliore musica anglo-americana (blues, rock, country…) in particolare degli anni ‘60 e ’70, ma non solo.

Charity Cafè, via Panisperna 68, 06-47825881, ore 22

MERCOLEDI’ 4 MAGGIO                              

Jazz/All’Alexanderplatz ritorna in concerto il DASA Quartet

Arriva il DASA Quartet, che nasce dal quintetto che ha operato sulla scena jazz romana per diversi anni, esibendosi nei concerti e realizzando tre album di brani originali. La formazione vede sul palco Roberto Aversano ai sassofoni, Antonio Ricciardi al pianoforte e tastiere, Carlo Ligi al contrabbasso e Sauro Giovannetti alla batteria. Anche con questo nuovo gruppo la proposta si basa, come già in passato, su brani originali caratterizzati da una grande varietà stilistica e ricerca musicale, completando il repertorio live con composizioni di vari artisti quali Joshua Redman, Tom Harrell, Freddie Hubbard e altri. L'intento è offrire un' alternanza di sensazioni che possano interessare il pubblico.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

Musica/All’Elegance ritorna la band The Jazz Russell

Torna la band The Jazz Russell, che passa con disinvoltura dai brani di Horace Silver alla canzone italiana degli anni '30, dai pezzi tradizionali di New Orleans ai temi di sapore sudamericano, con un repertorio volutamente eterogeneo, senza soluzione di continuità, privo di velleità filologiche o desiderio di coerenza. Sono Filippo A. Delogu alla chitarra, Andrea Nuzzo all’organo Hammond e Alfredo Romeo alla batteria, con brani originali, standard celebri, pezzi meno frequentati e ritmi insoliti.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Blues/Al Charity Cafè Luca Tozzi & Friends

Si chiama "Blues Jam & Friends" la serata di blues coordinata dal vocalist e chitarrista Luca Tozzi, con Luca Pisanu al conrabbasso e Mimmo Antonini alla batteria. Come succede sempre con la formazione, tutti i BluesMan e le BluesWoman che frequentano il club sono invitati a salire sul palco e partecipare.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

GIOVEDI’ 5 MAGGIO

Cantautori/Al Parco Sergio Cammariere con la sua band e una grande orchestra

Sergio Cammariere, cantautore e pianista di classe, torna in concerto al Parco della Musica in un’esperienza molto coinvolgente: le sue canzoni, fra jazz e musica d’autore, e il suo modo particolare di suonare il pianoforte offriranno un viaggio nelle sonorità più raffinate e intense con le quali esprime una forte personalità, tra note jazz, ritmi e canzoni. Nel live presenterà i suoi successi più amati insieme alle canzoni più recenti contenute nel disco “La fine di tutti i guai”, fino ai nuovi brani strumentali di “Piano Nudo”, il suo ultimo album da pianista, appena uscito anche in vinile.

Sul palco sarà accompagnato da una straordinaria orchestra di trenta musicisti, quella diretta da Marcello Sirignano, e dalla sua storica band che lo affianca da sempre: Daniele Tittarelli al sax soprano, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Amedeo Ariano alla batteria e Bruno Marcozzi alle percussioni. Serata da non perdere, soprattutto se cercate musica di alto livello.

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Sinopoli, ore 21

Jazz/All’Alex il quartetto di Giulia Salsone e Ernesto Romero

E' l'incontro tra due musicisti, la chitarrista Giulia Salsone e il pianista Ernesto Romero, che vogliono sperimentare e confrontarsi attraversando confini musicali ampi ma ben radicati quali la musica argentina e quella europea con la naturale attitudine all'improvvisazione del jazz.Il risultato è un gioco che punta sull'interplay tra pianoforte e chitarra e sul sorprendente affiatamento dei musicisti. Il loro album “Sueno de juguette” raccoglie questo incontro esprimendo una musica dalle atmosfere senza confini. A distanza di qualche anno si presentano con la voglia di trovare nuove formule ed una formazione allargata che vede in questa occasione, oltre al pianoforte e alla chitarra, la presenza del contrabbasso di Andrea Colella e della batteria di Alessandro Marzi.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

Jazz/Al Cotton Club il gruppo di strada Beng! Band

Nata per creare una realtà indipendente che restituisse energia e qualità alla musica, a chi la produce e a chi l’ascolta, la Beng! Band è una formazione dinamica di quindici ragazzi con la passione per il funk, il jazz e il soul. La linfa viene da "Scomodo", il mensile d'informazione indipendente, gratuito, autofinanziato e creato da ragazzi, e le prove avvengono presso "La Redazione", la sede di Scomodo all’Esquilino, una piccola isola felice dove puoi trovare tutto quello che cerchi. Diretta da Francesco Fratini, schiera i cinque sax di Gabriel Marciano, Marta Fratini, Andrea Fusacchia, Guglielmo Cappellini e Lorenzo Batocchioni, le quattro trombe di Iacopo Teolis, Giacomo Serino, Valerio Apuzzo e Andrea Serino, Federico D'angelo al basso tuba, Dimitri Nicastri alla grancassa, Marcello Della Seta e Evita Polidoro ai rullanti e Ottone Carnabucci alle percussioni. Ci sanno fare.

Cotton Club, via Bellinzona 2, cottonclubroma.it, 349-0709468, ore 22

Swing/All’Elegance un ritratto di Sinatra con Massimo Pirone

“Portrait of Sinatra” è un lavoro del trombonista Massimo Pirone che affronta i brani più importanti della carriera di Frank Sinatra, arrangiati da Pirone, per regalare alla memoria del grande artista un omaggio originale e unico. Il progetto nasce dalla ventennale passione di Pirone per il più grande cantante swing della storia, appunto “The Voice”. Il repertorio va da “Witchcraft” a “All the Way” passando per “I’ve Got you under my Skin”, “Fly me to the Moon” e così via, in un viaggio tra gli standard americani più famosi rivisitati in chiave jazzistica con un profondo rispetto per queste melodie intramontabili. Con Pirone suonano il pianista Oliver Von Esssen e il batterista Carlo Battisti.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Jazz Rock/La chitarra di Matteo Mancuso live all’Auditorium

In poco tempo il nome di Matteo Mancuso, musicista palermitano, 25 anni, ha fatto il giro del mondo. Ha una tecnica chitarristica rivoluzionaria, in grado di passare con disinvoltura dal jazz al rock sia con la chitarra classica che elettrica (che suona senza plettro, con un unico e agilissimo movomento delle dita), il suo canale Youtube ha più di 100 mila iscritti, è apprezzato da star come Steve Vai, Al Di Meola e Joe Bonamassa, che gli hanno riservato entusiastici apprezzamenti e attestazioni di stima. Nel 2017, nell’ambito di Umbria Jazz, ha vinto una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston, ha suonato in Europa, in America e in Russia, ha partecipato a un festival a Bangkok e nel 2020 ha fondato il suo nuovo trio con Stefano India al contrabbasso e Giuseppe Bruno alla batteria, dando spazio anche alla sua vena compositiva con brani originali. Nel 2022 è prevista l’uscita del suo primo album. Non ve lo perdete, anche e soprattutto se suonate la chitarra

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Petrassi, ore 21

Musica/Il sound di New York anni Sessanta al Charity Cafè

La formazione dei Just For Fun, ovvero la vocalist Antonella Aprea, il sassofonista Red Pellini, il pianista Riccardo Biseo e Stefano Nunzi al contrabbasso, recupera il sound newyorchese degli anni 60 rivisitando in questa chiave anche brani pop come “Sunny” e “You Are the Sunshine of My Life”, senza dimenticare grandi standard come “Confirmation” e “The Sidewinder”.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

VENERDI’ 6 MAGGIO

Rock/Al Parco della Musica Alice canta Franco Battiato

Alice, all’anagrafe Carla Bissi, annata 1954, è cresciuta con le canzoni di Franco Battiato, delle quali resta la miglior interprete, e stasera è all'Auditorium per la tappa romana del tour che propone dall’anno scorso. E'  l’unica grande interprete della musica e delle parole di Battiato, al quale è sempre stata legata da un’affinità artistica e spirituale. Se volete una serata deliziosa Alice vi aspetta stasera all’Auditorium con l’orchestra da camera dei Solisti Filarmonici Italiani diretti da Carlo Guaitoli.

«Il compositore e autore che sento più vicino e affine, non solo musicalmente, è sicuramente Battiato – dice Alice - e da molto tempo, nei vari progetti live e discografici, canto le sue canzoni, quelle a cui sento di poter aderire pienamente. Nel 1985 gli ho reso omaggio con l'album “Gioielli rubati”, e questo progetto in qualche modo ne è il naturale proseguimento: una versione dei brani con i bellissimi arrangiamenti e le rielaborazioni per pianoforte e orchestra di Guaitoli, con cui condivido il programma e che sarà con me sul palco, già stretto collaboratore di Franco da alcuni decenni anche come direttore d'orchestra. Interpreto brani che appartengono ai diversi periodi compositivi di Franco, alcuni mai cantati prima d'ora e altri che abbiamo cantato insieme per la prima volta nel 2016, nel “Tour Battiato e Alice”. E poi non ho potuto fare a meno di una breve incursione anche nelle sue cosiddette canzoni mistiche, senza dimenticare quelle nate dalle nostre numerose collaborazioni a partire dal 1980 e che abbiamo scritto insieme, come “Per Elisa”, i nostri duetti storici e anche i brani che Franco ha scritto più recentemente per me, “Eri con me” e “Veleni”, inclusi rispettivamente nei miei ultimi album “Samsara” e “Weekend”. Ora più che mai il mio profondo desiderio è essere semplice strumento insieme a Carlo Guaitoli, per quel che possiamo cogliere e accogliere, di ciò che Franco Battiato ha trasmesso attraverso la sua musica e i suoi testi, in questo suo straordinario passaggio sulla Terra».

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Sinopoli, ore 21

Jazz/All’Elegance il Brasile di Mariangela Morais

Nativa di São Paulo, italiana di adozione, Mariangela Morais è una della voci più autorevoli e suadenti del panorama musicale romano. E' da anni attiva nella divulgazione della musica popolare brasiliana e propone un viaggio attraverso i grandi classici della bossanova, ricchi di poesia e vibrazioni positive. Sono brani di autori come Antonio Carlos Jobim, Baden Powell, Ivan Lins, ma anche Djavan, Chico Buarque de Hollanda, Gilberto Gil, Milton Nascimento e altri, per entrare nella cultura e nell’energia del suo paese. Il progetto “Encontros e despedidas”, che prende il titolo da una canzone di Nascimento e disegna una storia anche politica e sociale del Brasile, la vede sul palco con Sebastian Marino (pianoforte), Marco Pistone (basso) e Valerio Vantaggio (batteria).

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Musica/All’Alexanderplatz la chitarra solista di Nicola Puglielli

Il chitarrista Nicola Puglielli presenta “Guitar Solo”, il primo album solistico della sua carriera da chitarrista e compositore. Un'esperienza nuova per il jazzista romano che dimostra che la sua mano destra e quella sinistra possono trasformarsi in un’orchestra. Ma soprattutto un viaggio con corde in mondi musicali diversi. Puglielli non teme escursioni fuori dal jazz e sperimenta nuovi suoni e ritmi. Sul disco mette insieme proprie composizioni, ballate, ritmi di strumenti africani (come il berimbau, che accompagna la capoeira brasiliana), la messa in musica di un nome composto da note e la versione jazz di un'aria di un'opera di Giuseppe Verdi, “Stride la vampa”, estratto dall'album “I Trovatori“, un raffinato esperimento di elaborazione dell'opera di Verdi in versione gypsy jazz, eseguita in quintetto.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21 

Jazz/Doppia big band stasera al Cotton: Octopus e Big Fat

Una serata con due big band in cartellone, oggi al Cotton. La prima è la Octopus Little Big band diretta dal sassofonista Luca Rizzo, un progetto nato nella scuola Octopus Factory diretta da Fabio Frizzi: è una piccola big band con sezione ritmica, sette fiati e la collaborazione del batterista Davide Pentassuglia. Poi tocca alla Big Fat Band diretta dal trombonista Massimo Pirone, che schiera tre trombe (Sergio Vitale, Antonio Padovano, Paolo Federici), due tromboni (Palmiro Delbrocco e Loredana Martone), cinque sax (Gabriele Colarossi, Giorgio Guarini, Stefano Angeloni, Matteo Vumbaca, Adriano Piva), Alessandro Bonanno e Eleonora Laprova (pianoforte), Stefano Toninelli (chitarra), Marco Piersanti (contrabbasso), Armin Siros (batteria) e le voci di Linda Longo, Milena Cordeschi, Fabio Poli e Francesco Sofia.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

Jazz/The Voyager Project live al Charity

The Jazz Voyager Project, nato nel 2010, si muove attraverso raffinati arrangiamenti fra latin jazz, funky e swing e offre parecchi brani originali. I musicisti hanno collaborato con altri artisti di differenti stili e sono il pianista Danilo Gambardella, il contrabbassista Bruno Pantalone e il batterista Alessandro Picucci. Il tema del gruppo è il tempo: «Ci ha sempre affascinato perché scandisce e condiziona ogni istante della nostra vita – dicono. - In senso progettuale può essere nostro amico rendendoci più concreti nel raggiungere gli obiettivi, ma può anche essere nostro nemico regalandoci ansie e pressioni. Diceva Luciano De Crescenzo che “il tempo è una grandezza bidimensionale: se lo vivi in lunghezza in modo monotono dopo 60 anni avrai 60 anni, se invece lo vivi in larghezza, con alti e bassi, innamorandoti e facendo anche qualche sciocchezza magari dopo 60 anni avrai solo 30 anni"».

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

SABATO 7 MAGGIO

Jazz/All’Elegance il trio Borghese diventa quintetto

Il Trio Borghese, nato a Roma nel 2015 nel teatro di Villa Borghese, propone un ampio repertorio swing con richiami al gypsy jazz che spazia da standard a brani pop reinterpretati in chiave retrò, creando un’atmosfera elegante e al tempo stesso coinvolgente. Oggi si esibisce in quintetto: con la vocalist Ilaria Monteleone suonano il chitarrista Luca Traverso, il  contrabbassista Isaia Mammano, il batterista Federico Orfanò e il sassofonista Riccardo Nebbiosi.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Blues/Al Charity sapori di New Orleans con Onorati Coffee Makers

Il gruppo napoletano Onorati Coffee Makers è una solida bluesband che strizza l’occhio a New Orleans e al sound della Louisiana senza mai dimenticare i grandi padri del blues, da Muddy Waters a John Lee Hooker e Freddie King, né i musicisti delle generazioni successive e dalle sonorità più elettriche come Buddy Guy, Eric Clapton, Ben Harper e così via. Il pubblico romano la conosce bene e stasera la band torna al club romano: sono il vocalist Luigi Onorati, il chitarrista Stefano De Angelis, il bassista Lucio Carletti e il batterista Mimmo Antonini.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

Jazz/All’Alex il sud dei Baraonna e la Cuba di Zamora

Il concerto dei mediterranei Baraonna vede come ospite d'eccezione il cubano Juan Carlos Albelo Zamora in "A Sud del Mondo": quattro voci, impasti di armonie, contrappunti e pianoforte che dialogheranno con il raffinato polistrumentismo di Zamora. Baraonna è il quartetto vocale italiano che ha fatto delle contaminazioni il suo tratto distintivo, facendo convivere il blues con lo swing, la musica d'autore e il jazz in uno stile fortemente riconoscibile. Il gruppo è strutturato con quattro voci a cappella e un pianoforte, vale a dire Vito Caporale, piano e voce, Delio Caporale, Eleonora Tosto e Daphne Nisi, voci.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

Musica/Al Cotton Club live del Kool 5tet

Kool è un termine slang che indica l’apprezzamento verso qualcosa o verso un modo di essere. E’ anche il riassunto del Kool 5tet, band che vuole sorprendere con la sua musica dal vivo. Il vasto repertorio infatti comprende da Michael Jackson a Donny Hathaway, da Sade a Erika Badu, Randy Crawford e Anita Baker, ma anche i Toto, Benson, PJ Morton e Gil Scott, insomma una bella sfida di reinterpretazione di tanti celebri artisti che hanno segnato la storia di molti di noi. Il Kool 5tet è una ritmica che sostiene Anna Fondi, cantante e corista con un’estensione vocale superiore alla media e una grande passione per la musica afroamericana, già voce leader dell’orchestra di Demo Morselli. Con lei stasera ci sono il chitarrista Alfredo Bochicchio, il tastierista Francesco Carlesi, il contrabbassista Mimmo Catanzariti e il batterista Michael Coal.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

DOMENICA 8 MAGGIO

Cantautori/Samuele Bersani live al Parco con l'album “Cinema Samuele”

Spiega il cantautore Samuele Bersani, 51 anni romagnolo di Rimini, che il suo nuovo album ”Cinema Samuele”, targa Tenco 2021, è un album mosaico molto simile per certi versi a un film, in cui ogni tassello è un colore a sé che dà un senso all’insieme: sale diverse che compongono un cinema, microstorie che compongono una storia unica dal lieto fine, dove l’immagine manifesto è quel ritorno della luce dopo il blackout raccontato in “Harakiri”, il brano scelto per aprire il progetto. E stasera Samuele è a Roma con la sua band, cioè i chitarristi Tony Pujia e Silvio Masanotti, Stefano Cenci e Alessandro Gwis (pianoforti e tastiere), Michele Ranieri (fisarmonica, chitarra, percussioni), Davide Beatino (basso) e Marco Rovinelli (batteria).

L'album “Cinema Samuele” segna un nuovo percorso sonoro per l'artista, viene da una lunga e attenta ricerca musicale e racchiude 10 tracce in cui l'attualità irrompe nella sua poesia «come il lampo di un proiettore che nel buio della sala arriva sul grande schermo improvviso, caldo e diretto».

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Santa Cecilia, ore 21.

Jazz/Emilia Zamuner e Massimo Moriconi alla Casa

La vocalist partenopea Emilia Zamuner ha vinto il “Premio Internazionale Massimo Urbani” del 2016, ha duettato con Bobby McFerrin, ha aperto il concerto di Diana Krall a Napoli, tre anni fa è stata una delle cinque finaliste dell’Ella Fitzgerald Competition di Washington dove è arrivata seconda, insomma è una brava. Il contrabbassista Massimo Moriconi è una garanzia, ha suonato con Chet Baker, Lee Konitz, Phil Woods, Tal Farlow, Billy Cobham, Toots Thielemans, Brian Auger, Barney Kessell, Ralph Towner, Kenny Wheeler, Armando Trovajoli, Lelio Luttazzi, Gianni Basso, Renato Sellani e via di questo passo. Sono una coppia che si diverte a mescolare voce e basso e a proporre un viaggio tra canzoni, standard e brani originali, e la base dei concerti sono l’interplay e il divertimento di suonare insieme. Le capacità espressive di Emilia (non solo canta ma ha anche la capacità di produrre suoni percussivi e melodici) unite a due strumenti diversi come il contrabbasso (mondo acustico e tradizione) e il basso elettrico (mondo elettrico e contemporaneità) consentono una grande varietà di piani sonori.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

Jazz/Battisti e Beatles in jazz con Andrea Sartini all’Elegance

Il pianista Andrea Sartini propone il progetto "Beatles & Battisti In Jazz", ovvero due grandi rivoluzioni musicali a confronto: anni Sessanta e Settanta, Inghilterra e Italia, beat e rock. Sia Lucio che il quartetto di Liverpool hanno sempre cercato una maggiore profondità artistica nelle loro canzoni, e gli arrangiamenti originali di Sartini aggiungono un pizzico di jazz ai loro brani più celebri. Con il pianista suonano il sassofonista Andrea Polinelli, Lorenzo Mancini al contrabbasso e Antonio Donatone alla batteria.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA