Vaccini, in arrivo CureVac, Novavax, Sinovac e Sputnik. Ema: «A breve il verdetto»

Vaccini, in arrivo CureVac, Novavax, Sinovac e Sputnik. Ema: «A breve il verdetto»
3 Minuti di Lettura

Nuovi vaccini anti-Covid in arrivo in Europa. L'Ema, l'agenzia europea per i medicinali dell'Ue, ne sta valutando quattro: CureVac, Novavax, Sinovac e Sputnik. E presto arriverà una decisione. Nelle prossime settimane sarà definito un calendario per un'eventuale approvazione. A fare il punto è stato Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici per Covid-19 dell'Agenzia europea del farmaco Ema, durante un incontro con la stampa per aggiornare sulle attività dell'ente Ue nel contesto della pandemia.

SputnikIl vaccino made in Russia è realizzato dall'ente statale di ricerca russo Gamaleya Research Institute, in collaborazione col ministero della Difesa. È un farmaco a vettore virale, questo perché per le due dosi che vengono iniettate si utilizzano due virus diversi. L'efficacia dichiarata da Mosca è del 90% ed è stata confermata anche dalla rivista Lancet. Per Sputnik l'Ema ha già cominciato la rolling review, ma è in attesa di alcuni elementi che necessari che il Gamaleya Research Institute deve produrre per l'approvazione.

CureVacÈ un vaccino a Rna messaggero, come Pfizer e Moderna. Tra quelli in corso di valutazione, dovrebbe essere il primo a esssere approvato dall'Ema. Probabilmente a maggio, anche perché da giugno il Lazio ha annunciato che iniezierà le iniezioni. È prodotto da un'azienda di biofarmaceutica domiciliata nei Paesi Bassi e con sede a Tubinga, in Germania. Lo sviluppo è stato sostenuto dalla Bayer, in base a un accordo firmato all'inizio di quest'anno.

Novavax - Ci sono alcuni problemi di produzione per il vaccino americano Nvx-CoV2373 di NovaVax. Per questo l'approvazione dell'Ema sarà discussa intorno a luglio, in modo da vedere esattamente quando potrà essere approvato questo vaccino. È sviluppato con la tecnologia delle proteine ricombinanti (la Spike viene utilizzata insieme a un sistema che ne potenzia la risposta immunitaria), ha mostrato un'efficacia dell'89,3% nella sperimentazione clinica di Fase 3 condotta nel Regno Unito e funziona anche contro le varianti.

Sinovac - Si chiama CoronaVac ed è un vaccino cinese sviluppato dall'azienda Sinovac. Approvato e utilizzato in Cina, è stato inoltre autorizzato per l'uso di emergenza in altri Stati nel mondo. CoronaVac insegna al sistema immunitario come produrre anticorpi contro il Covid. I ricercatori hanno prima iniettato il virus nelle cellule renali di alcune scimmie. E poi l'hanno «addormentato» con una sostanza chimica. A questo punto è stato poi sperimentato sull'uomo. È lo stesso medoto usato per il vaccino polio negli anni Cinquanta. Sull'efficacia ci sono molti dubbi. Dai test in Brasile il risultato è stato del 50%, mentre in Turchia del 91%.

Mercoledì 12 Maggio 2021, 19:11 - Ultimo aggiornamento: 20:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA